#instaLimes

Follow:359
🇦🇷🇬🇧 Nel 37° anniversario della fine della guerra delle Falkland/Malvinas (14 giugno 1982), Limes ha preparato una carta inedita a colori dedicata all’Argentina e al suo rapporto con il Regno Unito. Pur essendo un’ex colonia spagnola ed essendo popolato in buona parte da discendenti di italiani, l’immenso paese sudamericano ha subìto in maniera decisiva l’influenza dell’impero britannico. La diaspora è stata contenuta nei numeri e restia a integrarsi con gli autoctoni e con gli altri immigrati. I sudditi di Sua Maestà sbarcati in Argentina nel XIX secolo hanno fondato delle colonie; quelle irlandesi e scozzesi sono state abbandonate nel giro di pochi decenni, mentre quelle gallesi – concentrate nella provincia di Chubut, in Patagonia – sono ancora oggi in vita.

Per approfondire e vedere la versione integrale della carta vai su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #argentina #buenosaires #falklands #malvinas #june #1982

🇦🇷🇬🇧 Nel 37° anniversario della fine della guerra delle Falkland/Malvinas (14 giugno 1982), Limes ha preparato una carta inedita a colori dedicata all’Argentina e al suo rapporto con il Regno Unito. Pur essendo un’ex colonia spagnola ed essendo popolato in buona parte da discendenti di italiani, l’immenso paese sudamericano ha subìto in maniera decisiva l’influenza dell’impero britannico. La diaspora è stata contenuta nei numeri e restia a integrarsi con gli autoctoni e con gli altri immigrati. I sudditi di Sua Maestà sbarcati in Argentina nel XIX secolo hanno fondato delle colonie; quelle irlandesi e scozzesi sono state abbandonate nel giro di pochi decenni, mentre quelle gallesi – concentrate nella provincia di Chubut, in Patagonia – sono ancora oggi in vita. Per approfondire e vedere la versione integrale della carta vai su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #argentina #buenosaires #falklands #malvinas #june #1982


0💬Normal

📆 #LimesNerd #14giugno
Donald Trump è nato lo stesso giorno di Ernesto

📆 #LimesNerd #14giugno Donald Trump è nato lo stesso giorno di Ernesto "Che" Guevara, 18 anni dopo (Rosario, 1928/ New York, 1946). . . . . . . . . . Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #today #instagramers #oggi #map #mappa #geopolitica #geopolitics #AccaddeOggi #anniversary #cuba #usa #donaldtrump #cheguevara #june #2019


1💬Normal

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧
Il Brexit rischia di riaprire la faglia dell’Irlanda del Nord. Mai come oggi il pericolo è apparso in tutta la sua chiarezza. Diversi fattori puntano verso un surriscaldamento dei 499 chilometri di artificiosa frontiera fra le due Irlande.
Innanzitutto, l’impotenza della politica, incapace di formulare proposte concrete. Secondo, l’interesse di Dublino a sfruttare il Brexit per sottrarre l’Ulster alla sfera d’influenza di Londra. Gli irlandesi hanno avuto un ovvio impatto sull’elaborazione della posizione negoziale dell’Ue. Terzo, la persistenza del paramilitarismo e le condizioni socioeconomiche più arretrate rispetto ai territori circostanti o oltremare creano un ambiente fertile al passaggio dalla frustrazione alla violenza. Londra ha perso cinque sesti dell’Eire nel 1921 e nel 1998 è riuscita a tenersi l’ultimo spicchio dell’isola. Oggi si rischia di assistere a una terza puntata dell’indipendenza irlandese. Con il Brexit, di fatto, l’Ue si è trovata catapultata nel processo di scomposizione del Regno Unito.

Per approfondire vai su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #ireland #northernireland #belfast #dublin #june #2019

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧 Il Brexit rischia di riaprire la faglia dell’Irlanda del Nord. Mai come oggi il pericolo è apparso in tutta la sua chiarezza. Diversi fattori puntano verso un surriscaldamento dei 499 chilometri di artificiosa frontiera fra le due Irlande. Innanzitutto, l’impotenza della politica, incapace di formulare proposte concrete. Secondo, l’interesse di Dublino a sfruttare il Brexit per sottrarre l’Ulster alla sfera d’influenza di Londra. Gli irlandesi hanno avuto un ovvio impatto sull’elaborazione della posizione negoziale dell’Ue. Terzo, la persistenza del paramilitarismo e le condizioni socioeconomiche più arretrate rispetto ai territori circostanti o oltremare creano un ambiente fertile al passaggio dalla frustrazione alla violenza. Londra ha perso cinque sesti dell’Eire nel 1921 e nel 1998 è riuscita a tenersi l’ultimo spicchio dell’isola. Oggi si rischia di assistere a una terza puntata dell’indipendenza irlandese. Con il Brexit, di fatto, l’Ue si è trovata catapultata nel processo di scomposizione del Regno Unito. Per approfondire vai su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #ireland #northernireland #belfast #dublin #june #2019


0💬Normal

📆#LimesNerd 13 giugno 2002 – Gli Stati Uniti formalizzano il ritiro dal Trattato Anti Missili Balistici (Abm) dopo un preavviso di sei mesi. 
Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline
#instaLimes #instagood #instadaily #today #instagramers #oggi #map #mappa #geopolitica #geopolitics #AccaddeOggi #anniversary #abm #coldwar #june #2019

📆 #LimesNerd 13 giugno 2002 – Gli Stati Uniti formalizzano il ritiro dal Trattato Anti Missili Balistici (Abm) dopo un preavviso di sei mesi. Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #today #instagramers #oggi #map #mappa #geopolitica #geopolitics #AccaddeOggi #anniversary #abm #coldwar #june #2019


1💬Normal

RUSSIA-CINA, AMICI RIVALI 🇷🇺 🇨🇳 La collaborazione tra Cina e Russia attraversa uno dei periodi migliori della sua storia. Tale dinamica è stata confermata dall’ottava visita dal 2013 del presidente cinese Xi Jinping a Mosca e dalla sua successiva partecipazione al forum economico internazionale di San Pietroburgo. In occasione dei 70 anni delle relazioni diplomatiche tra i due paesi, Xi e il suo omologo Vladimir Putin le hanno elevate a “partnership strategica globale di coordinazione per una nuova era”. La nuova formula certifica il tentativo sino-russo di far fronte comune contro gli Stati Uniti, ora più che mai desiderosi di contenere l’ascesa della Repubblica Popolare a potenza globale e di arginare le ambizioni regionali della Russia.

Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di @limesonline 
#instaLimes  #instagood  #instagramers  #today  #instadaily  #notizie  #nofilter  #mappe  #mappa #Map  #mondo  #mondi  #geopolitica  #cartography  #geopolitics #russia #china #moscow #beijing #june #2019 #xijinping #vladimirputin

RUSSIA-CINA, AMICI RIVALI 🇷🇺 🇨🇳 La collaborazione tra Cina e Russia attraversa uno dei periodi migliori della sua storia. Tale dinamica è stata confermata dall’ottava visita dal 2013 del presidente cinese Xi Jinping a Mosca e dalla sua successiva partecipazione al forum economico internazionale di San Pietroburgo. In occasione dei 70 anni delle relazioni diplomatiche tra i due paesi, Xi e il suo omologo Vladimir Putin le hanno elevate a “partnership strategica globale di coordinazione per una nuova era”. La nuova formula certifica il tentativo sino-russo di far fronte comune contro gli Stati Uniti, ora più che mai desiderosi di contenere l’ascesa della Repubblica Popolare a potenza globale e di arginare le ambizioni regionali della Russia. Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #russia #china #moscow #beijing #june #2019 #xijinping #vladimirputin


2💬Normal

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧 Nel dibattito precedente il referendum del 23 giugno 2016 tra coloro che maggiormente invocavano la permanenza nell’unione spiccava la City di Londra. Ma perché l’uscita dall’Ue preoccupa così tanto il settore finanziario inglese? Il dominio della City su tutti gli altri settori socioeconomici britannici è tradizionalmente al centro del dibattito relativo all’eccezionalità del capitalismo britannico. Il settore finanziario inglese è sempre stato favorito dal processo di liberalizzazione e di apertura dei mercati normalmente associato al fenomeno della globalizzazione finanziaria. Tuttavia, la decisione della Gran Bretagna di non entrare nell’Unione monetaria europea dimostra che nel trade-off tra stabilità dei cambi e politiche monetarie autonome, alcuni paesi – e in particolare alcuni settori economici, come la City – possono preferire l’autonomia macroeconomica. 
Per approfondire vai su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #city #june #2019

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧 Nel dibattito precedente il referendum del 23 giugno 2016 tra coloro che maggiormente invocavano la permanenza nell’unione spiccava la City di Londra. Ma perché l’uscita dall’Ue preoccupa così tanto il settore finanziario inglese? Il dominio della City su tutti gli altri settori socioeconomici britannici è tradizionalmente al centro del dibattito relativo all’eccezionalità del capitalismo britannico. Il settore finanziario inglese è sempre stato favorito dal processo di liberalizzazione e di apertura dei mercati normalmente associato al fenomeno della globalizzazione finanziaria. Tuttavia, la decisione della Gran Bretagna di non entrare nell’Unione monetaria europea dimostra che nel trade-off tra stabilità dei cambi e politiche monetarie autonome, alcuni paesi – e in particolare alcuni settori economici, come la City – possono preferire l’autonomia macroeconomica. Per approfondire vai su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #london #city #june #2019


1💬Normal

📆#LimesNerd 12 giugno 1665 – Un anno dopo la conquista degli inglesi di Nieuw Amsterdam, il governatore della provincia di New York Richard Nicolls promulga la Carta di New York City, instaurando nella città un governo municipale inglese.

Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #mondo #map #mappa #geopolitica #geopolitics #AccaddeOggi #anniversary #newyorkcity #nyc #usa #igersusa #june #2019

📆 #LimesNerd 12 giugno 1665 – Un anno dopo la conquista degli inglesi di Nieuw Amsterdam, il governatore della provincia di New York Richard Nicolls promulga la Carta di New York City, instaurando nella città un governo municipale inglese. Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #mondo #map #mappa #geopolitica #geopolitics #AccaddeOggi #anniversary #newyorkcity #nyc #usa #igersusa #june #2019


2💬Normal

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧 Da settant’anni britannici e americani hanno vincolato le rispettive intelligence con un patto di sangue, al quale si sono poi associati canadesi, australiani e neozelandesi, conosciuto come Five Eyes. Il patto UkUsa del 1946 è l’atto fondativo della più antica e consolidata alleanza spionistica mondiale. Facendo tesoro dell’esperienza della guerra mondiale, i cinque paesi anglosassoni hanno sviluppato una rete per il controllo delle comunicazioni globali, usata nella guerra fredda, poi contro il terrorismo e nel gioco della globalizzazione, ma che ora si confronta con nuove sfide tecnologiche e possibili tensioni – non solo finanziarie – tra Londra e Washington. L’accordo, il cui testo è stato desecretato solo nel 2010, regola «la raccolta, la produzione e la disseminazione delle informazioni derivanti dalle comunicazioni di altre nazioni». Per approfondire vai su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #usa #newzealand #canada #australia #intelligence #june #2019

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA. Aspettando il #nuovoLimes 🇬🇧 Da settant’anni britannici e americani hanno vincolato le rispettive intelligence con un patto di sangue, al quale si sono poi associati canadesi, australiani e neozelandesi, conosciuto come Five Eyes. Il patto UkUsa del 1946 è l’atto fondativo della più antica e consolidata alleanza spionistica mondiale. Facendo tesoro dell’esperienza della guerra mondiale, i cinque paesi anglosassoni hanno sviluppato una rete per il controllo delle comunicazioni globali, usata nella guerra fredda, poi contro il terrorismo e nel gioco della globalizzazione, ma che ora si confronta con nuove sfide tecnologiche e possibili tensioni – non solo finanziarie – tra Londra e Washington. L’accordo, il cui testo è stato desecretato solo nel 2010, regola «la raccolta, la produzione e la disseminazione delle informazioni derivanti dalle comunicazioni di altre nazioni». Per approfondire vai su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #uk #igersuk #brexit #usa #newzealand #canada #australia #intelligence #june #2019


0💬Normal

📆#LimesNerd 11 giugno 1776 – Guerra d’indipendenza americana: per redigere la dichiarazione d’indipendenza, il Congresso statunitense nomina un comitato composto da John Adams, Thomas Jefferson, Robert R. Livingston, Roger Sherman e Benjamin Franklin. 
Leggi gli altri anniversari geopolitici su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #mondo #mondi #map #mappa #geopolitica #geopolitics #today #oggi #AccaddeOggi #usa #igersusa #june #2019

📆 #LimesNerd 11 giugno 1776 – Guerra d’indipendenza americana: per redigere la dichiarazione d’indipendenza, il Congresso statunitense nomina un comitato composto da John Adams, Thomas Jefferson, Robert R. Livingston, Roger Sherman e Benjamin Franklin. Leggi gli altri anniversari geopolitici su @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #mondo #mondi #map #mappa #geopolitica #geopolitics #today #oggi #AccaddeOggi #usa #igersusa #june #2019


0💬Normal

PRIORITÀ STRATEGICHE IN KAZAKISTAN NEL DOPO NAZARBAYEV 🇰🇿 Il nuovo presidente Tokayev dovrà capire quando la competizione fra Mosca e Pechino passerà da opportunità da sfruttare a pericolo per il paese centrasiatico. La Repubblica Popolare sta però recuperando terreno: nel 2017 l’interscambio di Mosca con i paesi dell’area ha raggiunto quota 23 miliardi di dollari, quello di Pechino ben 36 miliardi. La Cina ha perseguito con grande decisione l’obiettivo di rafforzare i propri legami con il più grande paese dell’Asia Centrale. Questa dinamica si è rafforzata decisamente a partire dall’annuncio, nel 2013 e proprio dal Kazakistan, del lancio del mastodontico progetto infrastrutturale delle nuove via della seta, rispetto al quale il territorio kazako rappresenta una sezione fondamentale. Da quel momento Pechino ha iniziato a investire in modo molto significativo. 
Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #map #mappa #geopolitica #geopolitics #mondo #notizie #kazakhstan #astana #june #2019 #centralasia #beltandroadinitiative

PRIORITÀ STRATEGICHE IN KAZAKISTAN NEL DOPO NAZARBAYEV 🇰🇿 Il nuovo presidente Tokayev dovrà capire quando la competizione fra Mosca e Pechino passerà da opportunità da sfruttare a pericolo per il paese centrasiatico. La Repubblica Popolare sta però recuperando terreno: nel 2017 l’interscambio di Mosca con i paesi dell’area ha raggiunto quota 23 miliardi di dollari, quello di Pechino ben 36 miliardi. La Cina ha perseguito con grande decisione l’obiettivo di rafforzare i propri legami con il più grande paese dell’Asia Centrale. Questa dinamica si è rafforzata decisamente a partire dall’annuncio, nel 2013 e proprio dal Kazakistan, del lancio del mastodontico progetto infrastrutturale delle nuove via della seta, rispetto al quale il territorio kazako rappresenta una sezione fondamentale. Da quel momento Pechino ha iniziato a investire in modo molto significativo. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #map #mappa #geopolitica #geopolitics #mondo #notizie #kazakhstan #astana #june #2019 #centralasia #beltandroadinitiative


2💬Normal

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA🇬🇧. Aspettando il #nuovoLimes
Per comprendere il complesso rapporto esistente tra Stati Uniti e Gran Bretagna è necessario analizzare quanto accaduto nei due conflitti mondiali. Nel 1915 Washington autorizzò i prestiti in favore di Londra, impegnata contro gli imperi centrali e non più in grado di sostenere il costo economico delle ostilità. Disposta ad intervenire in Europa solo se la Germania fosse prossima a tramutarsi nell’egemone continentale, la futura superpotenza sfruttò il drammatico momento per annichilire finanziariamente l’ex madrepatria. La manovra si replicò così nella seconda guerra mondiale. Sicché, nonostante la vittoria centrata in entrambi i conflitti, nel 1945 il Regno Unito smise d’essere una potenza di rilevanza globale.

Per approfondire e vedere la versione integrale della carta vai su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappa #map #mondo #geopolitica #cartography #brexit #usa #uk #london #washington #june #2019

GENEALOGIA DELLA QUESTIONE BRITANNICA🇬🇧. Aspettando il #nuovoLimes Per comprendere il complesso rapporto esistente tra Stati Uniti e Gran Bretagna è necessario analizzare quanto accaduto nei due conflitti mondiali. Nel 1915 Washington autorizzò i prestiti in favore di Londra, impegnata contro gli imperi centrali e non più in grado di sostenere il costo economico delle ostilità. Disposta ad intervenire in Europa solo se la Germania fosse prossima a tramutarsi nell’egemone continentale, la futura superpotenza sfruttò il drammatico momento per annichilire finanziariamente l’ex madrepatria. La manovra si replicò così nella seconda guerra mondiale. Sicché, nonostante la vittoria centrata in entrambi i conflitti, nel 1945 il Regno Unito smise d’essere una potenza di rilevanza globale. Per approfondire e vedere la versione integrale della carta vai su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappa #map #mondo #geopolitica #cartography #brexit #usa #uk #london #washington #june #2019


3💬Normal

📆#LimesNerd 10 giugno 1967 – Termina la guerra dei Sei giorni, con la conquista da parte d’Israele della penisola del Sinai e delle alture del Golan. 
Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instadaily #instagood #instagramers #today #AccaddeOggi #geopolitica #geopolitics #oggi #mappa #map #notizie #israel #egypt #jordan #syria #telaviv #jerusalem #sixdaywar #golan #sinai #june #2019

📆 #LimesNerd 10 giugno 1967 – Termina la guerra dei Sei giorni, con la conquista da parte d’Israele della penisola del Sinai e delle alture del Golan. Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instadaily #instagood #instagramers #today #AccaddeOggi #geopolitica #geopolitics #oggi #mappa #map #notizie #israel #egypt #jordan #syria #telaviv #jerusalem #sixdaywar #golan #sinai #june #2019


0💬Normal

L'EUROPA SOTTO ATTACCO
L’avanzata in tutta l’Unione Europea dei cosiddetti “sovranisti” pone al centro del dibattito politico il futuro di questa Ue, che così come è non piace a nessuno. Senza però che esistano, almeno per ora, leader capaci di indicare con precisione quale sarebbe la versione ideale per loro e quale strada percorrere per arrivarci. Fatto molto grave, quest’ultimo, anche perché, come hanno dimostrato le vicende degli ultimi anni e in particolare il Brexit, distruggere si rivela sempre molto facile e veloce, mentre ricostruire resta azione lenta, estremamente difficile e sino all’ultimo incerta.

Per vedere la versione integrale della carta e leggere l'analisi vai su ➡️ @limesonline (link in bio).
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mappa #Map #mondo #geopolitica #geopolitics #cartography #europe #ue #june #2019

L'EUROPA SOTTO ATTACCO L’avanzata in tutta l’Unione Europea dei cosiddetti “sovranisti” pone al centro del dibattito politico il futuro di questa Ue, che così come è non piace a nessuno. Senza però che esistano, almeno per ora, leader capaci di indicare con precisione quale sarebbe la versione ideale per loro e quale strada percorrere per arrivarci. Fatto molto grave, quest’ultimo, anche perché, come hanno dimostrato le vicende degli ultimi anni e in particolare il Brexit, distruggere si rivela sempre molto facile e veloce, mentre ricostruire resta azione lenta, estremamente difficile e sino all’ultimo incerta. Per vedere la versione integrale della carta e leggere l'analisi vai su ➡️ @limesonline (link in bio). #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mappa #Map #mondo #geopolitica #geopolitics #cartography #europe #ue #june #2019


2💬Normal

LA RISPOSTA DI 🇫🇷 E 🇩🇪 ALL’OFFENSIVA AMERICANA
Lo scontro tra America First e capitalismo di Stato cinese rinfocola culture e pratiche consociative mai davvero scomparse, in Asia e altrove. Due casi tra tutti. La vicenda di Carlos Ghosn, l’ad di Renault-Nissan arrestato e detenuto in semi-isolamento dalla giustizia nipponica per accuse di malversazione, la cui rovina ha fornito il tempestivo spunto a Nissan per sabotare una malvissuta fusione con la casa francese. E il blitz con cui, a fine febbraio, in pochi giorni il governo olandese ha speso 744 milioni di euro per acquisire una quota del gruppo aereo Air France-Klm, informando un furente Eliseo (che detiene il 14% di Air France) a cose praticamente fatte. Questo clima rende bruciante per Parigi e Berlino il recente veto della Commissione Ue alla fusione Alstom-Siemens, la cui ambizione di creare un gruppo ferroviario di taglia mondiale è stata frustrata dalle norme antitrust europee. 
L'analisi tratta dal numero Antieuropa (ancora in edicola fino a giovedì 13 giugno) la trovi anche su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mappa #Map #mondo #geopolitica #geopolitics #cartography #france #germany #europe #ue #paris #berlin #italia #june #2019

LA RISPOSTA DI 🇫🇷 E 🇩🇪 ALL’OFFENSIVA AMERICANA Lo scontro tra America First e capitalismo di Stato cinese rinfocola culture e pratiche consociative mai davvero scomparse, in Asia e altrove. Due casi tra tutti. La vicenda di Carlos Ghosn, l’ad di Renault-Nissan arrestato e detenuto in semi-isolamento dalla giustizia nipponica per accuse di malversazione, la cui rovina ha fornito il tempestivo spunto a Nissan per sabotare una malvissuta fusione con la casa francese. E il blitz con cui, a fine febbraio, in pochi giorni il governo olandese ha speso 744 milioni di euro per acquisire una quota del gruppo aereo Air France-Klm, informando un furente Eliseo (che detiene il 14% di Air France) a cose praticamente fatte. Questo clima rende bruciante per Parigi e Berlino il recente veto della Commissione Ue alla fusione Alstom-Siemens, la cui ambizione di creare un gruppo ferroviario di taglia mondiale è stata frustrata dalle norme antitrust europee. L'analisi tratta dal numero Antieuropa (ancora in edicola fino a giovedì 13 giugno) la trovi anche su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mappa #Map #mondo #geopolitica #geopolitics #cartography #france #germany #europe #ue #paris #berlin #italia #june #2019


1💬Normal

📆#LimesNerd 7 giugno 1494: viene firmato il Trattato di Tordesillas che sancisce la spartizione dei possedimenti sull’Atlantico tra Spagna e Portogallo. Il trattato decreterà il superamento della bolla papale dell’anno precedente emanata da Alessandro VI verso i sovrani cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona, che stabiliva l’appartenenza alla Spagna di tutte le terre a 100 leghe a ovest dalle isole Azzorre e Capo Verde (la distanza delle 100 leghe è misurata sulle prime) e a est dello stesso Portogallo, mantenendo intatti i territori già sotto il dominio cristiano. 
Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #geopolitica #geopolitics #mappa #map #today #oggi #AccaddeOggi #tordesillas #spain #portugal #latinamerica #latinoamerica #latina #june #2019

📆 #LimesNerd 7 giugno 1494: viene firmato il Trattato di Tordesillas che sancisce la spartizione dei possedimenti sull’Atlantico tra Spagna e Portogallo. Il trattato decreterà il superamento della bolla papale dell’anno precedente emanata da Alessandro VI verso i sovrani cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona, che stabiliva l’appartenenza alla Spagna di tutte le terre a 100 leghe a ovest dalle isole Azzorre e Capo Verde (la distanza delle 100 leghe è misurata sulle prime) e a est dello stesso Portogallo, mantenendo intatti i territori già sotto il dominio cristiano. Leggi gli altri anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #geopolitica #geopolitics #mappa #map #today #oggi #AccaddeOggi #tordesillas #spain #portugal #latinamerica #latinoamerica #latina #june #2019


0💬Normal

DOPO DUE ANNI IL QATAR RESISTE 🇶🇦
Sono passati due anni da quando, il 5 giugno 2017, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Bahrein hanno avviato un boicottaggio politico ed economico del Qatar, con l’obiettivo esplicito di porre fine al suo “sostegno al terrorismo”, alle relazioni tra Doha e l’Iran. Ma Doha resiste al tentativo a guida saudita di isolarla. Anzi, in alcuni settori – come la guerra dell’informazione, i rapporti con l’Iran e l’autosufficienza economica – rilancia, con Gli Stati Uniti che restano l’ago della bilancia.

Leggi l’analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #geopolitics #geopolitica #map #mappa #mondo #qatar #doha #middleeast #saudiarabia #iran #june #2019

DOPO DUE ANNI IL QATAR RESISTE 🇶🇦 Sono passati due anni da quando, il 5 giugno 2017, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Bahrein hanno avviato un boicottaggio politico ed economico del Qatar, con l’obiettivo esplicito di porre fine al suo “sostegno al terrorismo”, alle relazioni tra Doha e l’Iran. Ma Doha resiste al tentativo a guida saudita di isolarla. Anzi, in alcuni settori – come la guerra dell’informazione, i rapporti con l’Iran e l’autosufficienza economica – rilancia, con Gli Stati Uniti che restano l’ago della bilancia. Leggi l’analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #geopolitics #geopolitica #map #mappa #mondo #qatar #doha #middleeast #saudiarabia #iran #june #2019


0💬Normal

🌍Oggi è la giornata mondiale dell'ambiente, stabilita il 5 giugno 1974. 
Secondo le Nazioni Unite, oltre il 25% delle terre coltivate del pianeta – e ben il 70% delle terre aride coltivabili – è colpito dalla desertificazione, «mettendo a repentaglio il sostentamento di più di un miliardo di persone, in particolare dei contadini e dei pastori di circa cento paesi». Ogni anno circa 10-12 milioni di ettari di terra vengono investiti da processi di degrado della loro fertilità. Il fenomeno è particolarmente grave in Africa, Asia, Sudamerica, Caraibi, ma interessa anche gli Stati Uniti, l’Australia e l’Europa, in particolare quella mediterranea. Nell’Africa subsahariana, a causa della crisi di fertilità del suolo – determinata in larga misura dall’accresciuto sfruttamento originato dalla crescita demografica e attuato mediante una drastica limitazione della pratica rigeneratrice del maggese – circa 265 milioni di persone sono colpite da carenze alimentari.

Continua su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #mappa #map #mondo #geopolitica #geopolitics #climate #environment #climatechange #worldenvironmentday #june #2019

🌍Oggi è la giornata mondiale dell'ambiente, stabilita il 5 giugno 1974. Secondo le Nazioni Unite, oltre il 25% delle terre coltivate del pianeta – e ben il 70% delle terre aride coltivabili – è colpito dalla desertificazione, «mettendo a repentaglio il sostentamento di più di un miliardo di persone, in particolare dei contadini e dei pastori di circa cento paesi». Ogni anno circa 10-12 milioni di ettari di terra vengono investiti da processi di degrado della loro fertilità. Il fenomeno è particolarmente grave in Africa, Asia, Sudamerica, Caraibi, ma interessa anche gli Stati Uniti, l’Australia e l’Europa, in particolare quella mediterranea. Nell’Africa subsahariana, a causa della crisi di fertilità del suolo – determinata in larga misura dall’accresciuto sfruttamento originato dalla crescita demografica e attuato mediante una drastica limitazione della pratica rigeneratrice del maggese – circa 265 milioni di persone sono colpite da carenze alimentari. Continua su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #mappa #map #mondo #geopolitica #geopolitics #climate #environment #climatechange #worldenvironmentday #june #2019


0💬Normal

#Repost @limesonline (@get_repost)
・・・
LA VITTORIA DI MODI IN INDIA 🇮🇳 Time lo aveva definito “The divider in chief”: Narendra Modi, l’uomo che voleva dividere l’Indiasu base religiosa e di casta fomentando violenza e rivolte. Dati alla mano, più che il grande Divisore, Narendra Modi si è rivelato a sorpresa il grande Unificatore. I numeri, anzitutto: la coalizione che sosteneva Modi guadagna 352 seggi su 543 disponibili. Il Bjp, il partito del premier, da solo ottiene 303 seggi. Contro i 52 del principale partito di opposizione, il Congress che fu di Nehru e di Indira Gandhi, e i 92 della coalizione da questo sostenuta. Novantasette seggi, infine, vanno a partiti minori.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #india #narendramodi #election #elections #june #2019

#Repost @limesonline ( @get_repost) ・・・ LA VITTORIA DI MODI IN INDIA 🇮🇳 Time lo aveva definito “The divider in chief”: Narendra Modi, l’uomo che voleva dividere l’Indiasu base religiosa e di casta fomentando violenza e rivolte. Dati alla mano, più che il grande Divisore, Narendra Modi si è rivelato a sorpresa il grande Unificatore. I numeri, anzitutto: la coalizione che sosteneva Modi guadagna 352 seggi su 543 disponibili. Il Bjp, il partito del premier, da solo ottiene 303 seggi. Contro i 52 del principale partito di opposizione, il Congress che fu di Nehru e di Indira Gandhi, e i 92 della coalizione da questo sostenuta. Novantasette seggi, infine, vanno a partiti minori. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #india #narendramodi #election #elections #june #2019


0💬Normal

LA VITTORIA DI MODI IN INDIA 🇮🇳 Time lo aveva definito “The divider in chief”: Narendra Modi, l’uomo che voleva dividere l’Indiasu base religiosa e di casta fomentando violenza e rivolte. Dati alla mano, più che il grande Divisore, Narendra Modi si è rivelato a sorpresa il grande Unificatore. I numeri, anzitutto: la coalizione che sosteneva Modi guadagna 352 seggi su 543 disponibili. Il Bjp, il partito del premier, da solo ottiene 303 seggi. Contro i 52 del principale partito di opposizione, il Congress che fu di Nehru e di Indira Gandhi, e i 92 della coalizione da questo sostenuta. Novantasette seggi, infine, vanno a partiti minori.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #india #narendramodi #election #elections #june #2019

LA VITTORIA DI MODI IN INDIA 🇮🇳 Time lo aveva definito “The divider in chief”: Narendra Modi, l’uomo che voleva dividere l’Indiasu base religiosa e di casta fomentando violenza e rivolte. Dati alla mano, più che il grande Divisore, Narendra Modi si è rivelato a sorpresa il grande Unificatore. I numeri, anzitutto: la coalizione che sosteneva Modi guadagna 352 seggi su 543 disponibili. Il Bjp, il partito del premier, da solo ottiene 303 seggi. Contro i 52 del principale partito di opposizione, il Congress che fu di Nehru e di Indira Gandhi, e i 92 della coalizione da questo sostenuta. Novantasette seggi, infine, vanno a partiti minori. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #india #narendramodi #election #elections #june #2019


2💬Normal

KALININGRAD VUOLE TORNARE TEDESCA? 🇷🇺 🇩🇪 Da anni in questo pezzo di terra russo distaccato dal resto della Federazione, che fino al 1945 era Prussia orientale, si combatte attivamente una non dichiarata guerra di aspirazioni all’indipendenza, o presunte tali, riassunte con il termine “strisciante germanizzazione”. C’è chi liquida la questione come “paranoia post-Crimea” di mera valenza locale. Altri la prendono molto sul serio, nella convinzione che alcuni fattori economici e politici, oltre all’oggettiva distanza geografica, stiano ponendo le basi per una nuova proiezione identitaria di Kaliningrad, l’antica Königsberg dove nacque Immanuel Kant, distrutta dalla seconda guerra mondiale e finita in mano sovietica.

Leggi l'approfondimento su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #kaliningrad #russia #germany #poland #lithuania #balticsea #may #2019

KALININGRAD VUOLE TORNARE TEDESCA? 🇷🇺 🇩🇪 Da anni in questo pezzo di terra russo distaccato dal resto della Federazione, che fino al 1945 era Prussia orientale, si combatte attivamente una non dichiarata guerra di aspirazioni all’indipendenza, o presunte tali, riassunte con il termine “strisciante germanizzazione”. C’è chi liquida la questione come “paranoia post-Crimea” di mera valenza locale. Altri la prendono molto sul serio, nella convinzione che alcuni fattori economici e politici, oltre all’oggettiva distanza geografica, stiano ponendo le basi per una nuova proiezione identitaria di Kaliningrad, l’antica Königsberg dove nacque Immanuel Kant, distrutta dalla seconda guerra mondiale e finita in mano sovietica. Leggi l'approfondimento su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #kaliningrad #russia #germany #poland #lithuania #balticsea #may #2019


5💬Normal

L'INSOSTENIBILE IDENTITÀ GEOPOLITICA DI VISEGRÁD 🇵🇱🇭🇺🇸🇰🇨🇿 Nel processo di graduale sfaldamento e riaggregazione in lobby regionali attraversato oggidall’Unione Europea, a prima vista il Gruppo di Visegrád (V4) parrebbe candidato naturaliter a incarnare un attore determinante nell’Europa del futuro, data la visibilità ricevuta negli ultimi anni. Difficilmente sarà così. Salvo contingenti eccezioni, Polonia, Ungheria, Cechia e Slovacchiavantano non solo interessi contrastanti, ma si presentano divise anche sui dossier che le accomunano.Questi quattro Stati non elaborano pressoché mai una politica estera coordinata, né esibiscono un’identità regionale riconosciuta dalle proprie popolazioni.

L'analisi tratta dal #nuovoLimes la trovi anche su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #visegrádgroup #poland #hungary #czechrepublic #slovakia #may #2019 #warsaw #prague #bratislava #budapest

L'INSOSTENIBILE IDENTITÀ GEOPOLITICA DI VISEGRÁD 🇵🇱🇭🇺🇸🇰🇨🇿 Nel processo di graduale sfaldamento e riaggregazione in lobby regionali attraversato oggidall’Unione Europea, a prima vista il Gruppo di Visegrád (V4) parrebbe candidato naturaliter a incarnare un attore determinante nell’Europa del futuro, data la visibilità ricevuta negli ultimi anni. Difficilmente sarà così. Salvo contingenti eccezioni, Polonia, Ungheria, Cechia e Slovacchiavantano non solo interessi contrastanti, ma si presentano divise anche sui dossier che le accomunano.Questi quattro Stati non elaborano pressoché mai una politica estera coordinata, né esibiscono un’identità regionale riconosciuta dalle proprie popolazioni. L'analisi tratta dal #nuovoLimes la trovi anche su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #visegrádgroup #poland #hungary #czechrepublic #slovakia #may #2019 #warsaw #prague #bratislava #budapest


0💬Normal

📆 #LimesNerd 31 maggio 1909: il parlamento britannico approva il South Africa Act che sancisce la creazione dell’Unione Sudafricana, colonia britannica (fino al 1931, poi dominion fino al 1961) comprendente Città del Capo, il Transvaal, la Repubblica di Natal e lo Stato Libero dell’Orange, e antesignana dell'attuale Repubblica del Sudafrica. La legge sarà effettiva a partire dall’anno successivo. Il 31 maggio 1910 viene dunque considerato l'anniversario della nascita del paese. 
Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #southafrica #africa #pretoria #may #2019 #AccaddeOggi

📆 #LimesNerd 31 maggio 1909: il parlamento britannico approva il South Africa Act che sancisce la creazione dell’Unione Sudafricana, colonia britannica (fino al 1931, poi dominion fino al 1961) comprendente Città del Capo, il Transvaal, la Repubblica di Natal e lo Stato Libero dell’Orange, e antesignana dell'attuale Repubblica del Sudafrica. La legge sarà effettiva a partire dall’anno successivo. Il 31 maggio 1910 viene dunque considerato l'anniversario della nascita del paese. Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #southafrica #africa #pretoria #may #2019 #AccaddeOggi


0💬Normal

LO SCONTRO TRA APPARATI USA E TRUMP SULLO SFONDO DEL RUSSIAGATE 🇷🇺🇺🇸
Le conclusioni dell’indagine del super procuratore Robert Mueller, almeno per come redatte dal ministro per la Giustizia William Barr, definiscono indimostrabile la collusione tra l’entourage di Trump e il Cremlino. Mentre confermano perfettamente quanto più volte spiegato da Limes in questi mesi. Ovvero: gli apparati statunitensi non hanno mai voluto condurre Trump all’impeachment, quanto influenzarne l’operato sul dossier russo, impedendogli di aprire a Putin.
Il Russiagate è dunque strumentale, mentre lo scontro tra le apparati federali e il presidente americano è reale. La storia americana è disseminata di contrasti tra la presidenza e le agenzie governative. Tuttavia l’attuale confronto tra l’entourage trumpiano e gli apparati resterà nella memoria come uno tra i più duri. Perché riguarda esplicitamente la natura della superpotenza, la sua missione nell’ecumene.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #nofilter #mappe #mappa#map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #russia #usa #donaldtrump #impeachment #may #2019

LO SCONTRO TRA APPARATI USA E TRUMP SULLO SFONDO DEL RUSSIAGATE 🇷🇺🇺🇸 Le conclusioni dell’indagine del super procuratore Robert Mueller, almeno per come redatte dal ministro per la Giustizia William Barr, definiscono indimostrabile la collusione tra l’entourage di Trump e il Cremlino. Mentre confermano perfettamente quanto più volte spiegato da Limes in questi mesi. Ovvero: gli apparati statunitensi non hanno mai voluto condurre Trump all’impeachment, quanto influenzarne l’operato sul dossier russo, impedendogli di aprire a Putin. Il Russiagate è dunque strumentale, mentre lo scontro tra le apparati federali e il presidente americano è reale. La storia americana è disseminata di contrasti tra la presidenza e le agenzie governative. Tuttavia l’attuale confronto tra l’entourage trumpiano e gli apparati resterà nella memoria come uno tra i più duri. Perché riguarda esplicitamente la natura della superpotenza, la sua missione nell’ecumene. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #russia #usa #donaldtrump #impeachment #may #2019


1💬Normal

#Repost @limesonline (@get_repost)
・・・
📆 #LimesNerd 30 maggio 2012: Charles Taylor, presidente liberiano dal 1997 al 2003, viene condannato a 50 anni di prigione per crimini di guerra riguardanti il conflitto civile della Sierra Leone del 1991-2002.

Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #charlestaylor #liberia #monrovia #africa #may #2019 #AccaddeOggi

#Repost @limesonline ( @get_repost) ・・・ 📆 #LimesNerd 30 maggio 2012: Charles Taylor, presidente liberiano dal 1997 al 2003, viene condannato a 50 anni di prigione per crimini di guerra riguardanti il conflitto civile della Sierra Leone del 1991-2002. Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #charlestaylor #liberia #monrovia #africa #may #2019 #AccaddeOggi


0💬Normal

📆 #LimesNerd 30 maggio 2012: Charles Taylor, presidente liberiano dal 1997 al 2003, viene condannato a 50 anni di prigione per crimini di guerra riguardanti il conflitto civile della Sierra Leone del 1991-2002.

Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #charlestaylor #liberia #monrovia #africa #may #2019 #AccaddeOggi

📆 #LimesNerd 30 maggio 2012: Charles Taylor, presidente liberiano dal 1997 al 2003, viene condannato a 50 anni di prigione per crimini di guerra riguardanti il conflitto civile della Sierra Leone del 1991-2002. Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #charlestaylor #liberia #monrovia #africa #may #2019 #AccaddeOggi


1💬Normal

Um close no delineado ❣️❣️❣️ #neoneyeliner #highlighter #cursodemaquiagem #inglot #love #tbt #makeup #maquiagemlovers #instagram

Um close no delineado ❣️❣️❣️ #neoneyeliner #highlighter #cursodemaquiagem #inglot #love #tbt #makeup #maquiagemlovers #instagram


2💬Normal

LA FRANCIA ALLEATA MA NON ALLINEATA AGLI USA 🇺🇸 🇫🇷 Situate geograficamente ai due opposti dell’Oceano Atlantico, Francia e America sono alleate in ragione della loro complementarità geopolitica. Non si sono mai fatte la guerra e Parigi è stata la prima alleata degli Stati Uniti, avendone sostenuto l’indipendenza in funzione anti-inglese nel XVIII secolo. Entrambe si considerano potenze di levatura mondiale, occupano un seggio permanente al Consiglio di Sicurezza dell’Onu e posseggono l’arma nucleare. Ma dalla prima guerra mondiale l’asimmetria nei rapporti di forza fra le due è in costante crescita. E l’attuale condizione di Parigi di partner minore del Numero Uno spiega il carattere ricorrente delle frizioni bilaterali.

L'analisi dal #nuovoLimes la trovi anche su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #washington #europa #may #2019 #france #paris

LA FRANCIA ALLEATA MA NON ALLINEATA AGLI USA 🇺🇸 🇫🇷 Situate geograficamente ai due opposti dell’Oceano Atlantico, Francia e America sono alleate in ragione della loro complementarità geopolitica. Non si sono mai fatte la guerra e Parigi è stata la prima alleata degli Stati Uniti, avendone sostenuto l’indipendenza in funzione anti-inglese nel XVIII secolo. Entrambe si considerano potenze di levatura mondiale, occupano un seggio permanente al Consiglio di Sicurezza dell’Onu e posseggono l’arma nucleare. Ma dalla prima guerra mondiale l’asimmetria nei rapporti di forza fra le due è in costante crescita. E l’attuale condizione di Parigi di partner minore del Numero Uno spiega il carattere ricorrente delle frizioni bilaterali. L'analisi dal #nuovoLimes la trovi anche su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #washington #europa #may #2019 #france #paris


1💬Normal

📆 #LimesNerd 29 maggio 1867: l’imperatore austriaco Francesco Giuseppe promulga l’Österreichisch-Ungarischer Ausgleich (compromesso austro-ungarico), la riforma costituzionale con la quale l’Ungheria ottiene condizione di parità sotto la corona asburgica. Sancisce de jure la nascita dell’impero austro-ungarico. 
Gli altri anniversari geopolitici di #oggi li trovi su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #austriahungary #ÖsterreichUngarn #empire #AccaddeOggi

📆 #LimesNerd 29 maggio 1867: l’imperatore austriaco Francesco Giuseppe promulga l’Österreichisch-Ungarischer Ausgleich (compromesso austro-ungarico), la riforma costituzionale con la quale l’Ungheria ottiene condizione di parità sotto la corona asburgica. Sancisce de jure la nascita dell’impero austro-ungarico. Gli altri anniversari geopolitici di #oggi li trovi su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #austriahungary #ÖsterreichUngarn #empire #AccaddeOggi


11💬Normal

L’ITALIA MANDA A QUEL PAESE GLI STATI UNITI 🇺🇸 🇮🇹 🇨🇳 ☎️🛡
I rapporti Italia-Usa sono stati sotto i riflettori nell’ultimo periodo, grazie alla firma il 23 marzodegli accordi economici tra Italia e Cina. Pechino è ormai apertamente competitore geopolitico e geoeconomico a pieno titolo degli Stati Uniti. Si sono sentiti diversi brontolii a Washington, anche per via dello scarso spirito di collaborazione mostrato da Roma e da altre capitali europee sul dossier Huawei. Niente di strano vedere titoli sui giornali italiani del tipo «stiamo con l’America o con la Cina?». È indubbiamente un fatto degno di attenzione quando proprio l’Italia, solidissimo alleato di lungo corso, senza pretese alla francese di fare la grande potenza, manda gli Stati Uniti a quel paese. 
L'analisi tratta dal #nuovoLimes la trovi anche su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei #zte #italy #italia #igersitalia

L’ITALIA MANDA A QUEL PAESE GLI STATI UNITI 🇺🇸 🇮🇹 🇨🇳 ☎️🛡 I rapporti Italia-Usa sono stati sotto i riflettori nell’ultimo periodo, grazie alla firma il 23 marzodegli accordi economici tra Italia e Cina. Pechino è ormai apertamente competitore geopolitico e geoeconomico a pieno titolo degli Stati Uniti. Si sono sentiti diversi brontolii a Washington, anche per via dello scarso spirito di collaborazione mostrato da Roma e da altre capitali europee sul dossier Huawei. Niente di strano vedere titoli sui giornali italiani del tipo «stiamo con l’America o con la Cina?». È indubbiamente un fatto degno di attenzione quando proprio l’Italia, solidissimo alleato di lungo corso, senza pretese alla francese di fare la grande potenza, manda gli Stati Uniti a quel paese. L'analisi tratta dal #nuovoLimes la trovi anche su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei #zte #italy #italia #igersitalia


4💬Normal

#Repost @limesonline 🇮🇹
・・・
NAVE TRIESTE, IL GIOIELLO DELLA MARINA ⚓️🇮🇹
Sabato #25maggio è stata varata la nuova nave Trieste, classe Lhd (Landing helicopter dock) costruita nei cantieri Fincantieri di Castellammare di Stabia. Ne abbiamo parlato nel #nuovoLimes dedicato all'Antieuropa.

#Repost @limesonline 🇮🇹 ・・・ NAVE TRIESTE, IL GIOIELLO DELLA MARINA ⚓️🇮🇹 Sabato #25maggio è stata varata la nuova nave Trieste, classe Lhd (Landing helicopter dock) costruita nei cantieri Fincantieri di Castellammare di Stabia. Ne abbiamo parlato nel #nuovoLimes dedicato all'Antieuropa. "Nave Trieste è destinata a essere la più grande nave da guerra italiana a solcare i mari dalla fine della seconda guerra mondiale. Porterà il nome del centro marittimo giuliano «redento» al termine della Grande Guerra e di un incrociatore pesante che servì la Regia Marina durante il secondo conflitto mondiale. Una volta operativa, potrà fare le veci di ammiraglia della flotta nell’indisponibilità del Cavour." L'analisi intera la trovi anche su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #navy #ship #trieste #fincantieri #marinamilitare #naveTrieste #may #2017


0💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Guerra civile etiope: il #28maggio #1991 si chiude l’assedio di Addis Abeba con la vittoria del Fronte democratico rivoluzionario popolare etiopico, che pone fine dopo diciassette anni (1974) al regime socialista prima del Derg, il governo militare, e poi del suo successore il Partito dei lavoratori d'Etiopia. 
Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #italy #italia #ethiopia #addisabeba #may #2019

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Guerra civile etiope: il #28maggio #1991 si chiude l’assedio di Addis Abeba con la vittoria del Fronte democratico rivoluzionario popolare etiopico, che pone fine dopo diciassette anni (1974) al regime socialista prima del Derg, il governo militare, e poi del suo successore il Partito dei lavoratori d'Etiopia. Gli altri anniversari geopolitici li trovi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #italy #italia #ethiopia #addisabeba #may #2019


4💬Normal

NAVE TRIESTE, IL GIOIELLO DELLA MARINA ⚓️🇮🇹
Sabato #25maggio è stata varata la nuova nave Trieste, classe Lhd (Landing helicopter dock) costruita nei cantieri Fincantieri di Castellammare di Stabia. Ne abbiamo parlato nel #nuovoLimes dedicato all'Antieuropa.

NAVE TRIESTE, IL GIOIELLO DELLA MARINA ⚓️🇮🇹 Sabato #25maggio è stata varata la nuova nave Trieste, classe Lhd (Landing helicopter dock) costruita nei cantieri Fincantieri di Castellammare di Stabia. Ne abbiamo parlato nel #nuovoLimes dedicato all'Antieuropa. "Nave Trieste è destinata a essere la più grande nave da guerra italiana a solcare i mari dalla fine della seconda guerra mondiale. Porterà il nome del centro marittimo giuliano «redento» al termine della Grande Guerra e di un incrociatore pesante che servì la Regia Marina durante il secondo conflitto mondiale. Una volta operativa, potrà fare le veci di ammiraglia della flotta nell’indisponibilità del Cavour." L'analisi intera la trovi anche su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #navy #ship #trieste #fincantieri #marinamilitare #naveTrieste #may #2017


1💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Battaglia di Tsushima, guerra russo-giapponese: il #27maggio #1905 la Seconda flotta del Pacifico russa dell’ammiraglio Zinovij Rožestvenskij – salpata nell‘ottobre del 1904 dal porto di Libau (oggi Lettonia) e ricongiuntasi con la Terza flotta del Pacifico e con la divisione dell’ammiraglio Dimitrij Fölkersam dopo aver circumnavigato l’Africa e passato l’Oceano Indiano – si scontra contro la flotta giapponese dell’ammiraglio Tōgō Heihachirō. Verrà quasi completamente affondata nell’arco di 48 ore, decretando la fine del conflitto e la vittoria giapponese. 
Gli altri anniversari geopolitici li trovi su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #japan #russia #tsushima #may #2019

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Battaglia di Tsushima, guerra russo-giapponese: il #27maggio #1905 la Seconda flotta del Pacifico russa dell’ammiraglio Zinovij Rožestvenskij – salpata nell‘ottobre del 1904 dal porto di Libau (oggi Lettonia) e ricongiuntasi con la Terza flotta del Pacifico e con la divisione dell’ammiraglio Dimitrij Fölkersam dopo aver circumnavigato l’Africa e passato l’Oceano Indiano – si scontra contro la flotta giapponese dell’ammiraglio Tōgō Heihachirō. Verrà quasi completamente affondata nell’arco di 48 ore, decretando la fine del conflitto e la vittoria giapponese. Gli altri anniversari geopolitici li trovi su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #japan #russia #tsushima #may #2019


0💬Normal

LO STALLO DI IDLIB 🇸🇾 🇹🇷 🇷🇺 La mattina di mercoledì 22 maggio gli ex-qaidisti di Ha’yat Tahrir al-Sham (Hts) hanno annunciato la riconquista di Kafr Naboudah, località situata a nord-ovest di Hama, in Siria, passata di recente sotto il controllo governativo. I media vicini al regime di Bashar al-Asad hanno negato la notizia, pur riconoscendo che l’esercito arabo siriano e le milizie alleate hanno perso diverse posizioni nell’area. Ciò che sta avvenendo da diverse settimane nella Grande Idlib (ovvero la provincia di Idlib, e parte di quelle di Hama, Latakia e Aleppo) è una guerra di attrito senza vincitori, principalmente a causa dell’assenza di un nuovo accordo tra Turchia e Russia sull’area in questione.

Leggi l'analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di @limesonline (la versione integrale della carta si trova nell'articolo ➡️ link in bio).
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #middleeast #syria #siria #idlib #turkey #turchia #russia #may #2019

LO STALLO DI IDLIB 🇸🇾 🇹🇷 🇷🇺 La mattina di mercoledì 22 maggio gli ex-qaidisti di Ha’yat Tahrir al-Sham (Hts) hanno annunciato la riconquista di Kafr Naboudah, località situata a nord-ovest di Hama, in Siria, passata di recente sotto il controllo governativo. I media vicini al regime di Bashar al-Asad hanno negato la notizia, pur riconoscendo che l’esercito arabo siriano e le milizie alleate hanno perso diverse posizioni nell’area. Ciò che sta avvenendo da diverse settimane nella Grande Idlib (ovvero la provincia di Idlib, e parte di quelle di Hama, Latakia e Aleppo) è una guerra di attrito senza vincitori, principalmente a causa dell’assenza di un nuovo accordo tra Turchia e Russia sull’area in questione. Leggi l'analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di @limesonline (la versione integrale della carta si trova nell'articolo ➡️ link in bio). #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #middleeast #syria #siria #idlib #turkey #turchia #russia #may #2019


0💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #24maggio #1915 iniziava la campagna militare italiana nella prima guerra mondiale a fianco della Triplice Intesa, il giorno dopo la dichiarazione di guerra all'impero austro-ungarico. 
Guarda gli altri #anniversari geopolitici su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #worldwar1 #austriahungary #ÖsterreichUngarn #grandeguerra #may #2019

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #24maggio #1915 iniziava la campagna militare italiana nella prima guerra mondiale a fianco della Triplice Intesa, il giorno dopo la dichiarazione di guerra all'impero austro-ungarico. Guarda gli altri #anniversari geopolitici su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #worldwar1 #austriahungary #ÖsterreichUngarn #grandeguerra #may #2019


1💬Normal

LA NUOVA FUNZIONE DEL CONFINE NEL XXI SECOLO 🚧⛔️🛂
Viviamo, oggi, una grande contraddizione. Da un lato siamo avvolti da una rete virtuale sempre più fluida e intensa della globalizzazione di tutto ciò che è immateriale. All’opposto sta la crescente separazione fra gli Stati per quanto riguarda gli scambi umani, mediante un mezzo antico di migliaia di anni: il muro.

Più in generale, è avvenuta una graduale trasformazione della funzione dei confini, che un tempo segnavano i limiti geografici entro i quali si esercitava la sovranità degli Stati, ma che oggi sono deputati a controllare i flussi indesiderati di migranti o i traffici illeciti di cose e persone.

Leggi l'analisi su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #border #borders #bordersecurity  #refugees #wall

LA NUOVA FUNZIONE DEL CONFINE NEL XXI SECOLO 🚧⛔️🛂 Viviamo, oggi, una grande contraddizione. Da un lato siamo avvolti da una rete virtuale sempre più fluida e intensa della globalizzazione di tutto ciò che è immateriale. All’opposto sta la crescente separazione fra gli Stati per quanto riguarda gli scambi umani, mediante un mezzo antico di migliaia di anni: il muro. Più in generale, è avvenuta una graduale trasformazione della funzione dei confini, che un tempo segnavano i limiti geografici entro i quali si esercitava la sovranità degli Stati, ma che oggi sono deputati a controllare i flussi indesiderati di migranti o i traffici illeciti di cose e persone. Leggi l'analisi su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #border #borders #bordersecurity #refugees #wall


0💬Normal

IL

IL "PIANO DI PACE" TRUMP-KUSHNER PER LA PALESTINA 🇵🇸🇮🇱💰 A fine giugno si terrà in Bahrein una conferenza internazionale durante la quale Jared Kushner, genero e consigliere speciale del presidente Donald Trump, presenterà gli aspetti economici del tanto atteso “piano di pace” per la questione israelo-palestinese. Nessun dettaglio sul contenuto è stato finora reso noto. Ma in base a quanto trapelato, l’incontro di giugno sarà un’occasione per raccogliere denaro da Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Kuwait e dallo stesso Bahrein. Leggi l'analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #middleeast #ramallah #israel #telaviv #jerusalem #usa #donaldtrump #jaredkushner #egypt #gaza #palestine


1💬Normal

ANTIEUROPA, AVAMPOSTO AMERICANO 🇪🇺 🇺🇸 👑🛡🛫⚓️
Nel XXI secolo la Nato resta uno strumento essenziale per l’esercizio dell’influenza politica e militare americana in Europa. Anche dopo la fine della guerra fredda e la dissoluzione dell’Unione Sovietica, la superpotenza continua a guardare al Vecchio Continente come a un tassello fondamentale del proprio impero globale informale. Non soltanto in ragione dei suoi ineguagliati livelli di benessere e ricchezza. L’Europa rappresenta infatti un bastione irrinunciabile per assicurare la difesa dell’Atlantico e dell’emisfero occidentale, nonché per esercitare il cruciale contenimento eurasiatico. La penisola europea funge inoltre da impagabile piattaforma logistica per proiettarsi con tempestività in alcune regioni chiave del pianeta. Come il Medio Oriente, l’Africa oggetto della crescente penetrazione cinese e il sempre più contendibile spazio artico. La sua periferia marittima è costellata da nevralgici colli di bottiglia, peculiarità che ne moltiplica enormemente la valenza per chi fonda il proprio primato globale sul controllo delle rotte marittime.

Leggi l'analisi dal #nuovoLimes su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers#today #instadaily #notizie #nofilter#mappe #mappa #Map #mondo#mondi #geopolitica #cartography#geopolitics #europe #nato #otan #usa #may #2019

ANTIEUROPA, AVAMPOSTO AMERICANO 🇪🇺 🇺🇸 👑🛡🛫⚓️ Nel XXI secolo la Nato resta uno strumento essenziale per l’esercizio dell’influenza politica e militare americana in Europa. Anche dopo la fine della guerra fredda e la dissoluzione dell’Unione Sovietica, la superpotenza continua a guardare al Vecchio Continente come a un tassello fondamentale del proprio impero globale informale. Non soltanto in ragione dei suoi ineguagliati livelli di benessere e ricchezza. L’Europa rappresenta infatti un bastione irrinunciabile per assicurare la difesa dell’Atlantico e dell’emisfero occidentale, nonché per esercitare il cruciale contenimento eurasiatico. La penisola europea funge inoltre da impagabile piattaforma logistica per proiettarsi con tempestività in alcune regioni chiave del pianeta. Come il Medio Oriente, l’Africa oggetto della crescente penetrazione cinese e il sempre più contendibile spazio artico. La sua periferia marittima è costellata da nevralgici colli di bottiglia, peculiarità che ne moltiplica enormemente la valenza per chi fonda il proprio primato globale sul controllo delle rotte marittime. Leggi l'analisi dal #nuovoLimes su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #nato #otan #usa #may #2019


2💬Normal

.
.
*・゜゚・*:.。..。.:*ѕσℓ∂ιєя gяєєи *・゜゚・*:.。..。.:*
.
this slime is a green butter slime wich is NOT scented ^-^
*・゜゚・*:.。..。.:*・'(*゚▽゚*)'・*:.。. .。.:*・゜゚・*
.
.
#slime #malibuslimes #slimeaccount #butterslime #green #loveit #slimeshopgermany  #strechyslime #asmr #asmrslimes #handmade #madewithlove #instalimes #feautureme #beautiful #cool #thick #slimeforsell #sweet #xD #hashtag

. . *・゜゚・*:.。..。.:*ѕσℓ∂ιєя gяєєи *・゜゚・*:.。..。.:* . this slime is a green butter slime wich is NOT scented ^-^ *・゜゚・*:.。..。.:*・'(*゚▽゚*)'・*:.。. .。.:*・゜゚・* . . #slime #malibuslimes #slimeaccount #butterslime #green #loveit #slimeshopgermany #strechyslime #asmr #asmrslimes #handmade #madewithlove #instalimes #feautureme #beautiful #cool #thick #slimeforsell #sweet #xD #hashtag


3💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Oggi compie 115 anni la Fédération Internationale de Football Association (Fifa), fondata a Parigi nel 1904.

Gli altri anniversari del #21maggio li trovi su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #fifa #football #calcio #may #soccer

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Oggi compie 115 anni la Fédération Internationale de Football Association (Fifa), fondata a Parigi nel 1904. Gli altri anniversari del #21maggio li trovi su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #fifa #football #calcio #may #soccer


0💬Normal

IL DUELLO CINA-USA E' ORMAI A TUTTO CAMPO 🇺🇸🇨🇳☎️ ⛔️
Le relazioni tra Stati Uniti e Cina hanno registrato nel giro di poche settimane l’ennesimo avvitamento, materializzatosi sotto varie forme: il fallimento dei negoziati commerciali; le misure annunciate da Washington per impedire a Huawei di acquistare componentistica americana e di vendere i suoi prodotti negli Usa; la scelta di Google di sospendere le attività in collaborazione con Huawei. 
La posta in palio tra le prime due potenze al mondo è il primato economico, militare e tecnologico.

La competizione tra le due potenze ha assunto i toni pericolosi della “battaglia tra civiltà”. La direttrice della pianificazione politica presso il dipartimento di Stato Usa Kiron Skinner ha parafrasato maldestramente le teorie a riguardo del politologo Samuel P. Huntington a fine aprile, incoraggiando l’inconciliabilità non solo tra gli interessi nazionali cinesi e quelli a stelle e strisce, ma tra le rispettive culture.

Leggi l'analisi sull’osservatorio dedicato alla Cina di ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #samuelhuntington #clashofcivilizations #foreignpolicy  #china #usa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei #google

IL DUELLO CINA-USA E' ORMAI A TUTTO CAMPO 🇺🇸🇨🇳☎️ ⛔️ Le relazioni tra Stati Uniti e Cina hanno registrato nel giro di poche settimane l’ennesimo avvitamento, materializzatosi sotto varie forme: il fallimento dei negoziati commerciali; le misure annunciate da Washington per impedire a Huawei di acquistare componentistica americana e di vendere i suoi prodotti negli Usa; la scelta di Google di sospendere le attività in collaborazione con Huawei. La posta in palio tra le prime due potenze al mondo è il primato economico, militare e tecnologico. La competizione tra le due potenze ha assunto i toni pericolosi della “battaglia tra civiltà”. La direttrice della pianificazione politica presso il dipartimento di Stato Usa Kiron Skinner ha parafrasato maldestramente le teorie a riguardo del politologo Samuel P. Huntington a fine aprile, incoraggiando l’inconciliabilità non solo tra gli interessi nazionali cinesi e quelli a stelle e strisce, ma tra le rispettive culture. Leggi l'analisi sull’osservatorio dedicato alla Cina di ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #samuelhuntington #clashofcivilizations #foreignpolicy #china #usa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei #google


1💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #20maggio #325 si aprivano ufficialmente i lavori del Concilio di Nicea, convocato dall’imperatore Costantino I a causa delle divisioni nate in seno al cristianesimo. Obiettivo del concilio sarà la condanna della dottrina cristologica dell'arinesimo e il tentativo di raggiungere l'unità dogmatica nell'impero (riunito sotto un unico imperatore l'anno precedente). 22 anni dopo l'ultima persecuzione dei cristiani per mano di Diocleziano (303) e 12 anni dopo l'Editto di Milano che aveva garantito la libertà di culto, promulgato proprio da Costantino e dall'allora imperatore romano d'Oriente Licinio. 
Leggi gli altri anniversari geopolitici su @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #romanempire #constantine #christianity #cristianesimo #imperoromano #may

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #20maggio #325 si aprivano ufficialmente i lavori del Concilio di Nicea, convocato dall’imperatore Costantino I a causa delle divisioni nate in seno al cristianesimo. Obiettivo del concilio sarà la condanna della dottrina cristologica dell'arinesimo e il tentativo di raggiungere l'unità dogmatica nell'impero (riunito sotto un unico imperatore l'anno precedente). 22 anni dopo l'ultima persecuzione dei cristiani per mano di Diocleziano (303) e 12 anni dopo l'Editto di Milano che aveva garantito la libertà di culto, promulgato proprio da Costantino e dall'allora imperatore romano d'Oriente Licinio. Leggi gli altri anniversari geopolitici su @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #anniversary #romanempire #constantine #christianity #cristianesimo #imperoromano #may


1💬Normal

PERCHE' FRANCESCO E XI JINPING DEVONO INCONTRARSI? 🇨🇳 🇻🇦 Alla vigilia del viaggio di Xi Jinping in Italia era realistico ipotizzare una visita di Xi a Bergoglio? C’è stata un’offesa cinese nei confronti del pontefice? Infine, è maturo il tempo per un viaggio del papa nella Repubblica Popolare? 
Il 22 settembre 2018 Cina e Santa Sede hanno firmato un accordo provvisorio che segna l’inizio di una nuova epoca, dopo sette secoli di incomprensioni e conflitti. 
L’accordo provvisorio, segreto, dovrebbe aver confermato il potere delle autorità cinesi di nominare i vescovi, ora però subordinato al gradimento del Vaticano – preludio di una prassi che dovrebbe portare alla negoziazione sulla scelta dei candidati. 
Fino all'accordo di settembre in Cina esistevano due Chiese in contrapposizione tra loro: una ufficiale, nata nel 1957 con l'istituzione dell'Associazione patriottica cattolica cinese, e una clandestina fedele a Roma.

Leggi l'analisi su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #vatican #igerschina #xijinping #popefrancis #vaticano #francesco

PERCHE' FRANCESCO E XI JINPING DEVONO INCONTRARSI? 🇨🇳 🇻🇦 Alla vigilia del viaggio di Xi Jinping in Italia era realistico ipotizzare una visita di Xi a Bergoglio? C’è stata un’offesa cinese nei confronti del pontefice? Infine, è maturo il tempo per un viaggio del papa nella Repubblica Popolare? Il 22 settembre 2018 Cina e Santa Sede hanno firmato un accordo provvisorio che segna l’inizio di una nuova epoca, dopo sette secoli di incomprensioni e conflitti. L’accordo provvisorio, segreto, dovrebbe aver confermato il potere delle autorità cinesi di nominare i vescovi, ora però subordinato al gradimento del Vaticano – preludio di una prassi che dovrebbe portare alla negoziazione sulla scelta dei candidati. Fino all'accordo di settembre in Cina esistevano due Chiese in contrapposizione tra loro: una ufficiale, nata nel 1957 con l'istituzione dell'Associazione patriottica cattolica cinese, e una clandestina fedele a Roma. Leggi l'analisi su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #vatican #igerschina #xijinping #popefrancis #vaticano #francesco


0💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #17maggio 1792 al numero 68 di Wall Street, 24 broker statunitensi firmano l’accordo di Buttonwood con il quale vengono regolamentate le attività degli operatori finanziari. Tale accordo viene considerato uno degli atti fondativi del New York Stock & Exchange Board, istituto antesignano della Borsa di New York.

Segui gli altri anniversari su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #wallstreet #nyse #newyork #newyorkcity #nyc

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #17maggio 1792 al numero 68 di Wall Street, 24 broker statunitensi firmano l’accordo di Buttonwood con il quale vengono regolamentate le attività degli operatori finanziari. Tale accordo viene considerato uno degli atti fondativi del New York Stock & Exchange Board, istituto antesignano della Borsa di New York. Segui gli altri anniversari su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #wallstreet #nyse #newyork #newyorkcity #nyc


2💬Normal

RESTRIZIONI USA E MINACCIA CINESE 🇺🇸 🇨🇳 A marzo la Cina ha venduto la quantità più alta di titoli del Tesoro Usa da due anni a questa parte, mentre il ministero degli Esteri ha confermato che Pechino si oppone al sanzionamento unilaterale delle proprie aziende da parte di paesi terzi riservandosi di agire a tutela dei propri interessi. Il riferimento è all’inserimento di Huawei e altre 70 compagnie affiliate nella lista delle società le cui transazioni con controparti americani devono passare per il vaglio della Casa Bianca. E all’ordine esecutivo Usa che proibisce l’installazione di equipaggiamenti tecnologici di produzione estera che verranno definiti una minaccia alla sicurezza nazionale.
 La dismissione dei titoli Usa è una minaccia nemmeno troppo velata a Washington, essendo la Repubblica Popolare la maggior creditrice estera di Washington.

Leggi l'analisi sulla rassegna geopolitica di @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #igerschina #igersusa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei

RESTRIZIONI USA E MINACCIA CINESE 🇺🇸 🇨🇳 A marzo la Cina ha venduto la quantità più alta di titoli del Tesoro Usa da due anni a questa parte, mentre il ministero degli Esteri ha confermato che Pechino si oppone al sanzionamento unilaterale delle proprie aziende da parte di paesi terzi riservandosi di agire a tutela dei propri interessi. Il riferimento è all’inserimento di Huawei e altre 70 compagnie affiliate nella lista delle società le cui transazioni con controparti americani devono passare per il vaglio della Casa Bianca. E all’ordine esecutivo Usa che proibisce l’installazione di equipaggiamenti tecnologici di produzione estera che verranno definiti una minaccia alla sicurezza nazionale. La dismissione dei titoli Usa è una minaccia nemmeno troppo velata a Washington, essendo la Repubblica Popolare la maggior creditrice estera di Washington. Leggi l'analisi sulla rassegna geopolitica di @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #igerschina #igersusa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar #huawei


0💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Prima guerra mondiale: due mesi dopo la conclusione del negoziato sulla spartizione ottomana dell’Asia minore (novembre 1915 – marzo 1916), il #16maggio #1916 Francia e Gran Bretagna ratificano l’accordo segreto conosciuto come Sykes-Picot, dal nome dei rispettivi diplomatici firmatari. La suddivisione delle aree d’influenza prevedeva: alla Gran Bretagna la zona costiera tra il Mediterraneo e il fiume Giordano, oltre alla Giordania, l’Iraq meridionale e l’area dei porti di Haifa e Acri, per consentire l’accesso al mare. Alla Francia spettavano la Turchia sudorientale, l’Iraq settentrionale, la Siria e il Libano.

Guarda gli altri anniversari su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #sykespicot #worldwar #iraq #syria #jordan #uk #france #middleeast #anniversary

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Prima guerra mondiale: due mesi dopo la conclusione del negoziato sulla spartizione ottomana dell’Asia minore (novembre 1915 – marzo 1916), il #16maggio #1916 Francia e Gran Bretagna ratificano l’accordo segreto conosciuto come Sykes-Picot, dal nome dei rispettivi diplomatici firmatari. La suddivisione delle aree d’influenza prevedeva: alla Gran Bretagna la zona costiera tra il Mediterraneo e il fiume Giordano, oltre alla Giordania, l’Iraq meridionale e l’area dei porti di Haifa e Acri, per consentire l’accesso al mare. Alla Francia spettavano la Turchia sudorientale, l’Iraq settentrionale, la Siria e il Libano. Guarda gli altri anniversari su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #sykespicot #worldwar #iraq #syria #jordan #uk #france #middleeast #anniversary


2💬Normal

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes

Com’è il mondo di oggi visto da Visegrád, e come si inseriscono i paesi dell’Europa centrale post-comunista nelle dinamiche geopolitiche globali?

Il Gruppo di Visegrád prese forma il 15 febbraio 1991 su iniziativa dell’allora primo ministro ungherese conservatore József Antall come un accordo di cooperazione politica e culturale fra tre paesi appena usciti dal blocco sovietico: Ungheria, Polonia e Cecoslovacchia. 
I prodromi di tale collaborazione affondavano le radici negli anni della transizione, quando gli esponenti dell’attivismo democratico avevano avuto modo di conoscersi. Il giovane Viktor Orbán trasse ispirazione per il suo movimento politico di opposizione proprio dall’esperienza della società civile e dei sindacati indipendenti polacchi degli anni Ottanta.

Per approfondire seguici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #visegrádgroup #poland #hungary #czechrepublic #slovakia #may #2019 #warsaw #prague #bratislava #budapest

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes Com’è il mondo di oggi visto da Visegrád, e come si inseriscono i paesi dell’Europa centrale post-comunista nelle dinamiche geopolitiche globali? Il Gruppo di Visegrád prese forma il 15 febbraio 1991 su iniziativa dell’allora primo ministro ungherese conservatore József Antall come un accordo di cooperazione politica e culturale fra tre paesi appena usciti dal blocco sovietico: Ungheria, Polonia e Cecoslovacchia. I prodromi di tale collaborazione affondavano le radici negli anni della transizione, quando gli esponenti dell’attivismo democratico avevano avuto modo di conoscersi. Il giovane Viktor Orbán trasse ispirazione per il suo movimento politico di opposizione proprio dall’esperienza della società civile e dei sindacati indipendenti polacchi degli anni Ottanta. Per approfondire seguici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #visegrádgroup #poland #hungary #czechrepublic #slovakia #may #2019 #warsaw #prague #bratislava #budapest


5💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Oggi iniziamo con due anniversari lontani tra loro nel tempo ma legati allo stesso filo geopolitico: i conflitti di religione europei del XVI e XVII secolo. 
Germania: il #15maggio #1525 a Frankenhausen (contea di Schwarzburg in Turingia) si svolgeva la battaglia decisiva per la soppressione della rivolta del movimento anabattista guidata dal pastore riformato Thomas Müntzer, in quella che viene definita come Guerra dei contadini. 
Più di un secolo dopo, il 15maggio #1648 veniva firmato il primo dei tre trattati della Pace di Vestfalia. Pone fine alla Guerra dei Trent’anni, conflitto tra gli Stati protestanti e quelli cattolici del Sacro Romano Impero, trasformatosi in una guerra generale tra le grandi potenze europee inquadrata nel contesto della rivalità franco-asburgica per l’egemonia sul continente. Gli altri due trattati verranno firmati a ottobre nelle città di Münster (già protagonista dell'ultima rivolta degli anabattisti nel 1534-35) e a Osnabrück.

Guarda gli altri #anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #religion #anabaptism #protestantism #badfrankenhausen #may #2019 #germany #deutschland

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Oggi iniziamo con due anniversari lontani tra loro nel tempo ma legati allo stesso filo geopolitico: i conflitti di religione europei del XVI e XVII secolo. Germania: il #15maggio #1525 a Frankenhausen (contea di Schwarzburg in Turingia) si svolgeva la battaglia decisiva per la soppressione della rivolta del movimento anabattista guidata dal pastore riformato Thomas Müntzer, in quella che viene definita come Guerra dei contadini. Più di un secolo dopo, il 15maggio #1648 veniva firmato il primo dei tre trattati della Pace di Vestfalia. Pone fine alla Guerra dei Trent’anni, conflitto tra gli Stati protestanti e quelli cattolici del Sacro Romano Impero, trasformatosi in una guerra generale tra le grandi potenze europee inquadrata nel contesto della rivalità franco-asburgica per l’egemonia sul continente. Gli altri due trattati verranno firmati a ottobre nelle città di Münster (già protagonista dell'ultima rivolta degli anabattisti nel 1534-35) e a Osnabrück. Guarda gli altri #anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #religion #anabaptism #protestantism #badfrankenhausen #may #2019 #germany #deutschland


1💬Normal

LA STRATEGIA DELLA MASSIMA PRESSIONE CONTRO L'IRAN 🇺🇸 🇮🇷 Il primo anniversario dell’uscita degli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare con l’Iran (8 maggio) è stato segnato da un ulteriore incremento delle tensioni tra Washington e Teheran.
L’Ofac (Office of Foreign Assets Control) ha annunciato l’adozione di un ordine esecutivo con il quale stabilisce nuove sanzioni degli Usa all’Iran sulla vendita di acciaio, alluminio e rame. Da parte sua, Teheran ha lanciato un disperato ultimatum ai firmatari dell’accordo del 2015, invitandoli a rispettarne i termini entro sessanta giorni.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #usa #iran #teheran #nuclear #jcpoa #may #2019

LA STRATEGIA DELLA MASSIMA PRESSIONE CONTRO L'IRAN 🇺🇸 🇮🇷 Il primo anniversario dell’uscita degli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare con l’Iran (8 maggio) è stato segnato da un ulteriore incremento delle tensioni tra Washington e Teheran. L’Ofac (Office of Foreign Assets Control) ha annunciato l’adozione di un ordine esecutivo con il quale stabilisce nuove sanzioni degli Usa all’Iran sulla vendita di acciaio, alluminio e rame. Da parte sua, Teheran ha lanciato un disperato ultimatum ai firmatari dell’accordo del 2015, invitandoli a rispettarne i termini entro sessanta giorni. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #usa #iran #teheran #nuclear #jcpoa #may #2019


0💬Normal

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes 
FRAMANIA, L'EUROPA A DUE 🇫🇷 🇩🇪 🇪🇺 Couple franco-allemand (coppia franco-tedesca) è un’espressione d’uso corrente che associa due nozioni centrali. Evoca la realtà politica delle relazioni fra Parigi e Berlino all’interno dell’architettura europea, ma esprime anche percezioni geopolitiche più soggettive legate alla storia e ai progetti strategici delle due nazioni, così come al loro ruolo nel Vecchio Continente e nel mondo. Ciò conferisce al concetto la natura di rappresentazione geopolitica. Le relazioni di potere sottese alla nozione di couple franco-allemand riguardano due livelli principali: quello interno, ossia l’equilibrio di potenza fra Francia e Germania, e quello esterno, che attiene invece alle influenze di altri paesi sulle due nazioni.
L’idea della coppia è nata nel secondo dopoguerra dalla volontà di risolvere pacificamente la rivalità storica fra i due paesi. Altri fattori hanno però contribuito ad avvicinare le due sponde del Reno. Primo, l’intenzione di difendere i propri interessi di fronte allo spostamento del centro di gravità verso gli Stati Uniti nella nuova configurazione geopolitica della guerra fredda. Secondo, e conseguente, la minaccia sovietica.

Per approfondire seguici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #germany #unioneeuropea #europa #may #2019 #france #paris #berlin #frankfurt #frankfurtammain

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes FRAMANIA, L'EUROPA A DUE 🇫🇷 🇩🇪 🇪🇺 Couple franco-allemand (coppia franco-tedesca) è un’espressione d’uso corrente che associa due nozioni centrali. Evoca la realtà politica delle relazioni fra Parigi e Berlino all’interno dell’architettura europea, ma esprime anche percezioni geopolitiche più soggettive legate alla storia e ai progetti strategici delle due nazioni, così come al loro ruolo nel Vecchio Continente e nel mondo. Ciò conferisce al concetto la natura di rappresentazione geopolitica. Le relazioni di potere sottese alla nozione di couple franco-allemand riguardano due livelli principali: quello interno, ossia l’equilibrio di potenza fra Francia e Germania, e quello esterno, che attiene invece alle influenze di altri paesi sulle due nazioni. L’idea della coppia è nata nel secondo dopoguerra dalla volontà di risolvere pacificamente la rivalità storica fra i due paesi. Altri fattori hanno però contribuito ad avvicinare le due sponde del Reno. Primo, l’intenzione di difendere i propri interessi di fronte allo spostamento del centro di gravità verso gli Stati Uniti nella nuova configurazione geopolitica della guerra fredda. Secondo, e conseguente, la minaccia sovietica. Per approfondire seguici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #germany #unioneeuropea #europa #may #2019 #france #paris #berlin #frankfurt #frankfurtammain


1💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #14maggio #1948 David Ben-Gurion, primo premier israeliano, dichiara la nascita dello Stato d’Israele. Il giorno seguente le ultime truppe britanniche si ritireranno definitivamente dai territori del Mandato. 
Guarda gli altri #anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #israel #israele #igersisrael #davidbengurion #independenceday #may #telaviv #jerusalem

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #14maggio #1948 David Ben-Gurion, primo premier israeliano, dichiara la nascita dello Stato d’Israele. Il giorno seguente le ultime truppe britanniche si ritireranno definitivamente dai territori del Mandato. Guarda gli altri #anniversari geopolitici su ➡️ @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #israel #israele #igersisrael #davidbengurion #independenceday #may #telaviv #jerusalem


1💬Normal

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes

Americani e tedeschi sono in conflitto da cent’anni. Da quando, nel 1917, gli Stati Uniti sbarcarono in Europa per liquidare il Reich guglielmino. Due guerre mondiali e una guerra fredda non hanno risolto la partita fra l’impero marittimo a vocazione universale e la principale potenza veterocontinentale. La posta in gioco, per Washington, era e resta impedire l’emergere in Eurasia di una concentrazione di potere capace di contendere agli Usa il primato planetario, conquistato grazie al suicidio degli imperi europei – brillantemente assistito dagli americani – nella prima metà del Novecento. Minaccia che potrebbe materializzarsi sotto forma di Europa tedesca – costellazione centrata su Berlino di paesi affini o comunque attratti dal suo magnete geoeconomico – allineata con Mosca, forse perfino con Pechino.

La rivalità fra Stati Uniti e Germania ha carattere strutturale. È sistemica, non regionale né occasionale. La vulgata vuole ridurla alle due guerre mondiali. Non è così. Quei massacri espressero le fasi acute di una tensione transatlantica destinata a durare finché l’America sarà un impero sui generis e la Germania non cesserà di esserne percepita come soggetto inaffidabile – persino (o tanto più) se formalmente alleato – la cui forza economica e tecnologica potrebbe un giorno ergersi a base materiale di una superpotenza eurasiatica. Nemica per definizione.

Per approfondire seguici su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #germany #unioneeuropea #europa #may #2019

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes Americani e tedeschi sono in conflitto da cent’anni. Da quando, nel 1917, gli Stati Uniti sbarcarono in Europa per liquidare il Reich guglielmino. Due guerre mondiali e una guerra fredda non hanno risolto la partita fra l’impero marittimo a vocazione universale e la principale potenza veterocontinentale. La posta in gioco, per Washington, era e resta impedire l’emergere in Eurasia di una concentrazione di potere capace di contendere agli Usa il primato planetario, conquistato grazie al suicidio degli imperi europei – brillantemente assistito dagli americani – nella prima metà del Novecento. Minaccia che potrebbe materializzarsi sotto forma di Europa tedesca – costellazione centrata su Berlino di paesi affini o comunque attratti dal suo magnete geoeconomico – allineata con Mosca, forse perfino con Pechino. La rivalità fra Stati Uniti e Germania ha carattere strutturale. È sistemica, non regionale né occasionale. La vulgata vuole ridurla alle due guerre mondiali. Non è così. Quei massacri espressero le fasi acute di una tensione transatlantica destinata a durare finché l’America sarà un impero sui generis e la Germania non cesserà di esserne percepita come soggetto inaffidabile – persino (o tanto più) se formalmente alleato – la cui forza economica e tecnologica potrebbe un giorno ergersi a base materiale di una superpotenza eurasiatica. Nemica per definizione. Per approfondire seguici su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #germany #unioneeuropea #europa #may #2019


0💬Normal

LA FINE DEL MIRACOLO CINESE È INEVITABILE 🇨🇳📊📈📉
Negli ultimi anni l’eccessivo indebitamento della Cina è diventato questione nota. La crescita recente del settore creditizio cinese è avvenuta in gran parte nell’ombra, in quanto frutto di due istanze contrastanti: le pressioni della dirigenza per una maggiore crescita del pil e le altrettanto forti richieste politiche di contrazione del credito.
Le valutazioni più prudenti per il 2018 collocano l’indebitamento complessivo (pubblico e privato)del paese su una soglia compresa tra il 270 e il 280% del pil. Trattandosi di stime conservative, i numeri reali potrebbero essere molto maggiori 1. In ogni caso, si tratta dei più alti livelli di debito mai registrati per un’economia in via di sviluppo.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #cina #igerschina #economicgrowth #may #2019

LA FINE DEL MIRACOLO CINESE È INEVITABILE 🇨🇳📊📈📉 Negli ultimi anni l’eccessivo indebitamento della Cina è diventato questione nota. La crescita recente del settore creditizio cinese è avvenuta in gran parte nell’ombra, in quanto frutto di due istanze contrastanti: le pressioni della dirigenza per una maggiore crescita del pil e le altrettanto forti richieste politiche di contrazione del credito. Le valutazioni più prudenti per il 2018 collocano l’indebitamento complessivo (pubblico e privato)del paese su una soglia compresa tra il 270 e il 280% del pil. Trattandosi di stime conservative, i numeri reali potrebbero essere molto maggiori 1. In ogni caso, si tratta dei più alti livelli di debito mai registrati per un’economia in via di sviluppo. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #cina #igerschina #economicgrowth #may #2019


1💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #13maggio 1888 la principessa Isabella Gonzaga d’Orléans-Braganza firmava la Lei Áurea, legge che  stabiliva la fine della schiavitù in Brasile.

Guarda gli altri #anniversari geopolitici su @limesonline 
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #brasile #brazil #brasil #slavery #may #2019

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #13maggio 1888 la principessa Isabella Gonzaga d’Orléans-Braganza firmava la Lei Áurea, legge che stabiliva la fine della schiavitù in Brasile. Guarda gli altri #anniversari geopolitici su @limesonline #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #brasile #brazil #brasil #slavery #may #2019


1💬Normal

Giovedì #16maggio esce il #nuovoLimes 
Alla vigilia delle elezioni europee, un’analisi approfondita e contro-intuitiva della vera natura geostrategica dell’Ue, figlia della necessità statunitense di presidiare il Vecchio Continente perseguendo, al contempo, la sua pacificazione e la sua incompiutezza geopolitica.
Tre gli aspetti affrontati, in altrettante sezioni:
1) La genesi storica della subordinazione europea a Washington, che nella visione strategica americana resta sostanzialmente invariata.
2) Le linee di faglia interne alla Ue, frutto della impossibilità dell’Unione di farsi soggetto geopolitico e, dunque, della persistente – per certi aspetti crescente – importanza della dimensione statale nelle dinamiche intra-comunitarie.
3) Le contese geopolitiche che si svolgono in Europa e hanno questa ad oggetto, le quali vedono contrapposte l’America alle due potenze che ne insidiano la proiezione europea: Russia e, soprattutto, Cina.

Le prime informazioni sul numero le trovi sul nostro sito. Seguici su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers#today #instadaily #notizie #mappe#map #mondo #mondi #geopolitica#cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #unioneeuropea #europa #may #2019

Giovedì #16maggio esce il #nuovoLimes Alla vigilia delle elezioni europee, un’analisi approfondita e contro-intuitiva della vera natura geostrategica dell’Ue, figlia della necessità statunitense di presidiare il Vecchio Continente perseguendo, al contempo, la sua pacificazione e la sua incompiutezza geopolitica. Tre gli aspetti affrontati, in altrettante sezioni: 1) La genesi storica della subordinazione europea a Washington, che nella visione strategica americana resta sostanzialmente invariata. 2) Le linee di faglia interne alla Ue, frutto della impossibilità dell’Unione di farsi soggetto geopolitico e, dunque, della persistente – per certi aspetti crescente – importanza della dimensione statale nelle dinamiche intra-comunitarie. 3) Le contese geopolitiche che si svolgono in Europa e hanno questa ad oggetto, le quali vedono contrapposte l’America alle due potenze che ne insidiano la proiezione europea: Russia e, soprattutto, Cina. Le prime informazioni sul numero le trovi sul nostro sito. Seguici su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #europe #europeanunion #usa #unioneeuropea #europa #may #2019


5💬Normal

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes 
L'ITALIA NELLO IEA
Aliena ai massimi sistemi planetari, l’Italia fatica a intuire intenzioni e istanze degli Stati Uniti d’America, ovvero la nazione da cui dipende la sua sicurezza. Roma è consapevole di trovarsi nella sfera d’influenza americana,ma tende a scambiarla per uno spazio di spontanea adesione, per un’area di libero scambio alla quale sarebbe possibile sottrarsi. Essere Stato tributario di un impero globale non è questione arbitraria, non concerne la nostra volontà. La propaganda statunitense, destinata ai clientes, racconta un mondo serafico, nel quale i rapporti tra nazioni sarebbero di natura simmetrica e moralistica, fissati sulla comunanza di valori e credenze. Legittima dottrina elaborata per compattare il fronte imperiale, per scongiurare tensioni nelle province. Ma scientemente staccata dalla realtà. Non siamo entrati nella sfera statunitense per scelta. Siamo stati inseriti in essa manu militari, ivi mantenuti per convenienza. Si può abbandonare l’impero americano soltanto per consunzione dello stesso o per nostra capacità di sovvertirlo con le armi. Scenari al momento altamente improbabili.

Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mondo #geopolitica #cartography #geopolitics #coldwar #europe #europeanunion #usa #italia #unioneeuropea #europa #igersitalia #ue

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes L'ITALIA NELLO IEA Aliena ai massimi sistemi planetari, l’Italia fatica a intuire intenzioni e istanze degli Stati Uniti d’America, ovvero la nazione da cui dipende la sua sicurezza. Roma è consapevole di trovarsi nella sfera d’influenza americana,ma tende a scambiarla per uno spazio di spontanea adesione, per un’area di libero scambio alla quale sarebbe possibile sottrarsi. Essere Stato tributario di un impero globale non è questione arbitraria, non concerne la nostra volontà. La propaganda statunitense, destinata ai clientes, racconta un mondo serafico, nel quale i rapporti tra nazioni sarebbero di natura simmetrica e moralistica, fissati sulla comunanza di valori e credenze. Legittima dottrina elaborata per compattare il fronte imperiale, per scongiurare tensioni nelle province. Ma scientemente staccata dalla realtà. Non siamo entrati nella sfera statunitense per scelta. Siamo stati inseriti in essa manu militari, ivi mantenuti per convenienza. Si può abbandonare l’impero americano soltanto per consunzione dello stesso o per nostra capacità di sovvertirlo con le armi. Scenari al momento altamente improbabili. Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mondo #geopolitica #cartography #geopolitics #coldwar #europe #europeanunion #usa #italia #unioneeuropea #europa #igersitalia #ue


2💬Normal

USA CONTRO CINA 🇺🇸 🇨🇳 Che la cosiddetta “guerra commerciale” sia in realtà solo una battaglia delle tante che combattono tra loro Cina e Stati Uniti è stato, giustamente, già scritto. Questa settimana ha palesato come la cosiddetta guerra commerciale non sia in realtà neanche una guerra commerciale, ma uno scontro di civiltà. Con il tentativo della superpotenza statunitense di imporre all’Impero del Centro una revisione delle leggi di quest’ultimo e la minaccia di un aumento dei dazi sulle esportazioni cinesi verso gli Usa in caso contrario – aumento entrato formalmente in vigore venerdì. Se soddisfatta, la richiesta darebbe a Washington innegabili benefici economici.

Leggi l'analisi sulla rassegna settimanale di ➡️@limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #igerschina #igersusa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar

USA CONTRO CINA 🇺🇸 🇨🇳 Che la cosiddetta “guerra commerciale” sia in realtà solo una battaglia delle tante che combattono tra loro Cina e Stati Uniti è stato, giustamente, già scritto. Questa settimana ha palesato come la cosiddetta guerra commerciale non sia in realtà neanche una guerra commerciale, ma uno scontro di civiltà. Con il tentativo della superpotenza statunitense di imporre all’Impero del Centro una revisione delle leggi di quest’ultimo e la minaccia di un aumento dei dazi sulle esportazioni cinesi verso gli Usa in caso contrario – aumento entrato formalmente in vigore venerdì. Se soddisfatta, la richiesta darebbe a Washington innegabili benefici economici. Leggi l'analisi sulla rassegna settimanale di ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #usa #igerschina #igersusa #donaldtrump #xijinping #tradewar #chinausatradewar


0💬Normal

SULL'AMERICA LATINA HA RAGIONE KISSINGER
Il lento e traumatico declino della rivoluzione bolivariana in Venezuela chiude simbolicamente un ventennio caratterizzato dalla cosiddetta «svolta a sinistra dell’America Latina». È stata un’epoca feconda di interessanti progetti geopolitici sul piano interno, regionale e mondiale; in particolare, il piano antiegemonico ideato da Hugo Chávez con la complicità di Fidel Castro e l’apertura alle potenze extraregionali perseguita soprattutto dai paesi sudamericani, che sono al centro di questo articolo. Un’epoca nella quale non è stata però confutata la tesi di Henry Kissinger, secondo cui «la storia non è mai stata prodotta nel Sud». Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #instadaily#notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #NicolásMaduro #juanguaidó #caracas #latinamerica #henrykissinger 
#may #2019

SULL'AMERICA LATINA HA RAGIONE KISSINGER Il lento e traumatico declino della rivoluzione bolivariana in Venezuela chiude simbolicamente un ventennio caratterizzato dalla cosiddetta «svolta a sinistra dell’America Latina». È stata un’epoca feconda di interessanti progetti geopolitici sul piano interno, regionale e mondiale; in particolare, il piano antiegemonico ideato da Hugo Chávez con la complicità di Fidel Castro e l’apertura alle potenze extraregionali perseguita soprattutto dai paesi sudamericani, che sono al centro di questo articolo. Un’epoca nella quale non è stata però confutata la tesi di Henry Kissinger, secondo cui «la storia non è mai stata prodotta nel Sud». Leggi l'analisi su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #NicolásMaduro #juanguaidó #caracas #latinamerica #henrykissinger #may #2019


0💬Normal

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes

#10maggio #1981 – François Mitterand vince le elezioni presidenziali con il 51,8% dei voti e diventa il primo presidente socialista nella Francia della Quinta Repubblica. Ricoprirà tale carica più a lungo di qualunque altro presidente francese, per ben quattordici anni fino al 1995.

Ciò che Mitterrand e Thatcher temevano era che la Bundesrepublik estesa all’Oder-Neisse preludesse a una nuova Grande Germania o addirittura al Quarto Reich. «La Germania può senza dubbio riunificarsi, portare l’Austria nella Co­munità Europea e persino recuperare altri territori persi per effetto della guerra. Kohl e Genscher possono financo conquistare più terra di quanta ne abbia occupata Hitler. Ma dovrebbero valutarne le implicazioni. Si accettano scommesse che in tal caso l’Unione Sovietica invierà un messo a Londra per proporre un trattato di riassicurazione, e il Regno Unito accetterà. L’inviato proseguirà per Parigi con la stessa proposta, cui la Francia aderirà. E così saremo tornati tutti al 1913». Seguici su ➡️@limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mondo #geopolitica #cartography #geopolitics #coldwar #europe #europeanunion #usa #ussr #unioneeuropea #europa #guerrafredda #françoismitterrand #may #2019 #france #AccaddeOggi #LimesNerd📆

GENEALOGIA DELL'ANTIEUROPA. Viaggio nell'impero europeo dell'America, aspettando il #nuovoLimes #10maggio #1981 – François Mitterand vince le elezioni presidenziali con il 51,8% dei voti e diventa il primo presidente socialista nella Francia della Quinta Repubblica. Ricoprirà tale carica più a lungo di qualunque altro presidente francese, per ben quattordici anni fino al 1995. Ciò che Mitterrand e Thatcher temevano era che la Bundesrepublik estesa all’Oder-Neisse preludesse a una nuova Grande Germania o addirittura al Quarto Reich. «La Germania può senza dubbio riunificarsi, portare l’Austria nella Co­munità Europea e persino recuperare altri territori persi per effetto della guerra. Kohl e Genscher possono financo conquistare più terra di quanta ne abbia occupata Hitler. Ma dovrebbero valutarne le implicazioni. Si accettano scommesse che in tal caso l’Unione Sovietica invierà un messo a Londra per proporre un trattato di riassicurazione, e il Regno Unito accetterà. L’inviato proseguirà per Parigi con la stessa proposta, cui la Francia aderirà. E così saremo tornati tutti al 1913». Seguici su ➡️ @limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #mondo #geopolitica #cartography #geopolitics #coldwar #europe #europeanunion #usa #ussr #unioneeuropea #europa #guerrafredda #françoismitterrand #may #2019 #france #AccaddeOggi #LimesNerd📆


0💬Normal

ASPETTANDO L'EUROPA 🇪🇺

ASPETTANDO L'EUROPA 🇪🇺 "L’Europa rischia di tornare a essere l’espressione geografica di uno spazio indeterminato. Federico Chabod aveva ragione di ammonire che storicamente il concetto di Europa si è sempre formato per contrapposizione. L’Europa occidentale a guida americana di quest’ultimo mezzo secolo è nata e vissuta per contenere il comunismo, in conformità alle nostre esigenze di sicurezza. La natura profondamente strategica di quell’Europa – massima posta in gioco sul tavolo del confronto bipolare – escludeva naturalmente che la si potesse concepire in positivo, come progetto geopolitico." Questo editoriale del 1993 è il primo nella storia di Limes dedicato all’Europa unita. Anche il prossimo numero è dedicato all’Ue: si intitola Antieuropa, l’impero europeo dell’America ed esce giovedì 16 maggio 2019. Per leggere tutti gli articoli sull’Unione Europea dal 1993 a oggi e il primo editoriale di Limes, gratuito per l'occasione, vai su Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #mappe #map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #coldwar #europe #europeanunion #usa #ussr #unioneeuropea #europa #guerrafredda


2💬Normal

#Repost @limesonline (@get_repost)
・・・
LA CINA FESTEGGIA IL CENTENARIO DEL MOVIMENTO 4 MAGGIO 🇨🇳 📅 Ciascuna potenza plasma l’identità nazionale in base ai suoi scopi geopolitici. Michel Foucault una volta ha detto che “se si controlla la memoria delle persone, si controlla il loro dinamismo” e che per uno Stato ”è vitale possedere questa memoria, controllarla, amministrarla, dirle cosa deve contenere”. Tali concetti valgono anche per la Repubblica Popolare, come dimostrato dalla narrazione sviluppata in merito al movimento 4 maggio (wusi yundong), di cui da poco i cinesi hanno celebrato i cento anni.
Quel giorno del 1919, oltre tremila studenti universitari protestarono a Pechino contro il governo dell’allora Repubblica di Cina per non aver riottenuto lo Shandong nelle trattative che portarono alla pace di Versailles, al termine della prima guerra mondiale. La provincia affacciata sul golfo di Bohai passò dal controllo tedesco a quello giapponese e fu restituita alla Cina solo nel 1922.

Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #beijing #igerschina #igersbeijing #cina #pechino #xijinping

#Repost @limesonline ( @get_repost) ・・・ LA CINA FESTEGGIA IL CENTENARIO DEL MOVIMENTO 4 MAGGIO 🇨🇳 📅 Ciascuna potenza plasma l’identità nazionale in base ai suoi scopi geopolitici. Michel Foucault una volta ha detto che “se si controlla la memoria delle persone, si controlla il loro dinamismo” e che per uno Stato ”è vitale possedere questa memoria, controllarla, amministrarla, dirle cosa deve contenere”. Tali concetti valgono anche per la Repubblica Popolare, come dimostrato dalla narrazione sviluppata in merito al movimento 4 maggio (wusi yundong), di cui da poco i cinesi hanno celebrato i cento anni. Quel giorno del 1919, oltre tremila studenti universitari protestarono a Pechino contro il governo dell’allora Repubblica di Cina per non aver riottenuto lo Shandong nelle trattative che portarono alla pace di Versailles, al termine della prima guerra mondiale. La provincia affacciata sul golfo di Bohai passò dal controllo tedesco a quello giapponese e fu restituita alla Cina solo nel 1922. Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #beijing #igerschina #igersbeijing #cina #pechino #xijinping


0💬Normal

LA CINA FESTEGGIA IL CENTENARIO DEL MOVIMENTO 4 MAGGIO 🇨🇳 📅 Ciascuna potenza plasma l’identità nazionale in base ai suoi scopi geopolitici. Michel Foucault una volta ha detto che “se si controlla la memoria delle persone, si controlla il loro dinamismo” e che per uno Stato ”è vitale possedere questa memoria, controllarla, amministrarla, dirle cosa deve contenere”. Tali concetti valgono anche per la Repubblica Popolare, come dimostrato dalla narrazione sviluppata in merito al movimento 4 maggio (wusi yundong), di cui da poco i cinesi hanno celebrato i cento anni.
Quel giorno del 1919, oltre tremila studenti universitari protestarono a Pechino contro il governo dell’allora Repubblica di Cina per non aver riottenuto lo Shandong nelle trattative che portarono alla pace di Versailles, al termine della prima guerra mondiale. La provincia affacciata sul golfo di Bohai passò dal controllo tedesco a quello giapponese e fu restituita alla Cina solo nel 1922.

Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #beijing #igerschina #igersbeijing #cina #pechino #xijinping

LA CINA FESTEGGIA IL CENTENARIO DEL MOVIMENTO 4 MAGGIO 🇨🇳 📅 Ciascuna potenza plasma l’identità nazionale in base ai suoi scopi geopolitici. Michel Foucault una volta ha detto che “se si controlla la memoria delle persone, si controlla il loro dinamismo” e che per uno Stato ”è vitale possedere questa memoria, controllarla, amministrarla, dirle cosa deve contenere”. Tali concetti valgono anche per la Repubblica Popolare, come dimostrato dalla narrazione sviluppata in merito al movimento 4 maggio (wusi yundong), di cui da poco i cinesi hanno celebrato i cento anni. Quel giorno del 1919, oltre tremila studenti universitari protestarono a Pechino contro il governo dell’allora Repubblica di Cina per non aver riottenuto lo Shandong nelle trattative che portarono alla pace di Versailles, al termine della prima guerra mondiale. La provincia affacciata sul golfo di Bohai passò dal controllo tedesco a quello giapponese e fu restituita alla Cina solo nel 1922. Leggi l'analisi sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #Map #mondo #mondi #geopolitica #cartography #geopolitics #china #beijing #igerschina #igersbeijing #cina #pechino #xijinping


1💬Normal

STATI UNITI VS MADURO, TRA RAGIONE E SENTIMENTO 
Comprendere come si muovono e cosa vogliono gli Stati Uniti in Venezuela significa incrociare un vivido sentimento con la fatica imperiale, passare dalle asperità emozionali alle secche della paura.
Siamo nei Caraibi, nel loro giardino di casa, nel margine di massima vulnerabilità, in piena applicazione della dottrina Monroe.
Qui si decide la sostenibilità strategica della superpotenza, la capacità di respingere le insidie più spaventose, la forza di restare all’offensiva.

Leggi l'analisi su Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #nofilter #igerscaracas #igersvenezuela #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #NicolásMaduro #juanguaidó #caracas #latinamerican #may #usa #2019

STATI UNITI VS MADURO, TRA RAGIONE E SENTIMENTO Comprendere come si muovono e cosa vogliono gli Stati Uniti in Venezuela significa incrociare un vivido sentimento con la fatica imperiale, passare dalle asperità emozionali alle secche della paura. Siamo nei Caraibi, nel loro giardino di casa, nel margine di massima vulnerabilità, in piena applicazione della dottrina Monroe. Qui si decide la sostenibilità strategica della superpotenza, la capacità di respingere le insidie più spaventose, la forza di restare all’offensiva. Leggi l'analisi su Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #instagramers #notizie #nofilter #igerscaracas #igersvenezuela #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #NicolásMaduro #juanguaidó #caracas #latinamerican #may #usa #2019


1💬Normal

#AccaddeOggi #LimesNerd📆
Il #6maggio #2001, Giovanni Paolo II è il primo papa a entrare in una moschea, nella Grande Moschea Omayyāde di Damasco in Siria.

Guarda gli altri #anniversari di #oggi su Limesonline
.
.
.
.
.
.
.
.
#instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #geopolitica #cartography #geopolitics #giovannipaoloii #popejohnpaulii #karolwojtyla #pope#papa #vaticano #vatican #vaticancity #islam #syria #damasco #damascus #may #2019

#AccaddeOggi #LimesNerd📆 Il #6maggio #2001, Giovanni Paolo II è il primo papa a entrare in una moschea, nella Grande Moschea Omayyāde di Damasco in Siria. Guarda gli altri #anniversari di #oggi su Limesonline . . . . . . . . #instaLimes #instagood #instagramers #today #instadaily #geopolitica #cartography #geopolitics #giovannipaoloii #popejohnpaulii #karolwojtyla #pope #papa #vaticano #vatican #vaticancity #islam #syria #damasco #damascus #may #2019


0💬Normal

XI RIFÀ IL TRUCCO ALLE VIE DELLA SETA 🚞 🛳 🇨🇳 Al secondo forum della Bri, il presidente cinese Xi Jinping ha tentato di aggiustare la narrazione circa il suo progetto geopolitico. Durante il discorso di apertura, Xi ha sottolineato la necessità di sviluppare l’iniziativa in “maniera trasparente”, “senza tollerare la corruzione”. Per dare concretezza a tali propositi, il governo cinese ha divulgato 283 “risultati” raggiunti durante il forum. Questi includono iniziative proposte da Pechino e accordi bilaterali e multilaterali con i paesi partner in diversi settori (infrastrutture, finanza, energia, istruzione, editoria, eccetera). Per ora la mossa è cosmetica. La loro efficacia potrà essere verificata solo con il passare del tempo. La mole degli affari conclusi è pari a 64 miliardi di dollari. Tra le novità emerse al forum rileva la “Cornice per la sostenibilità del debito”. È probabile che si tratti di un meccanismo per determinare la fattibilità finanziaria degli investimenti. L’obiettivo di Pechino è smussare le diffidenze circa l’influenza politica della Cina sui paesi economicamente fragili ma ansiosi di ricevere i suoi investimenti.

Leggi l'approfondimento sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #italia #china #beltandroadinitiative #xijinping #cina #bri #may #2019 #beltandroadforum #beijing #igersbeijing

XI RIFÀ IL TRUCCO ALLE VIE DELLA SETA 🚞 🛳 🇨🇳 Al secondo forum della Bri, il presidente cinese Xi Jinping ha tentato di aggiustare la narrazione circa il suo progetto geopolitico. Durante il discorso di apertura, Xi ha sottolineato la necessità di sviluppare l’iniziativa in “maniera trasparente”, “senza tollerare la corruzione”. Per dare concretezza a tali propositi, il governo cinese ha divulgato 283 “risultati” raggiunti durante il forum. Questi includono iniziative proposte da Pechino e accordi bilaterali e multilaterali con i paesi partner in diversi settori (infrastrutture, finanza, energia, istruzione, editoria, eccetera). Per ora la mossa è cosmetica. La loro efficacia potrà essere verificata solo con il passare del tempo. La mole degli affari conclusi è pari a 64 miliardi di dollari. Tra le novità emerse al forum rileva la “Cornice per la sostenibilità del debito”. È probabile che si tratti di un meccanismo per determinare la fattibilità finanziaria degli investimenti. L’obiettivo di Pechino è smussare le diffidenze circa l’influenza politica della Cina sui paesi economicamente fragili ma ansiosi di ricevere i suoi investimenti. Leggi l'approfondimento sull'osservatorio dedicato alla Cina di Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #italia #china #beltandroadinitiative #xijinping #cina #bri #may #2019 #beltandroadforum #beijing #igersbeijing


0💬Normal

GUAIDÓ CONTRO MADURO, TERZO (E NON ULTIMO) ATTO 🇻🇪 Martedì 30 aprile in Venezuela si è consumato il terzo e non ultimo atto dello scontro tra il regime di Nicolás Maduro e il presidente ad interim autoproclamato Juan Guaidó. Uno scontro iniziato il 23 gennaio 2019 con l’autoproclamazione di Guaidó e proseguito il 23 febbraio con il suo tentativo fallito di far entrare aiuti umanitari nel paese. Poco prima dell’alba Leopoldo López, tra i leader dell’opposizione e mentore politico di Guaidó, è stato liberato dagli agenti dell’intelligence (Sebin) che lo tenevano agli arresti domiciliari a Caracas. Subito dopo è apparso in un video nel quale il presidente ad interim lanciava “Operazione Libertà”: un invito al popolo a scendere in piazza e alle Forze armate ad abbandonare Maduro, seguendo l’esempio degli ex custodi di López. Solo il primo dei due desideri di Guaidó si è realizzato: ci sono state manifestazioni in tutto il paese, ma i vertici militari – escluso il capo del Sebin, prontamente sostituito – hanno confermato la loro lealtà all’erede di Hugo Chávez. Maduro non è stato rovesciato.

Leggi l'analisi su Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #nicolásmaduro #juanguaidó #caracas #igerscaracas #italia #leopoldolópez #may #2019

GUAIDÓ CONTRO MADURO, TERZO (E NON ULTIMO) ATTO 🇻🇪 Martedì 30 aprile in Venezuela si è consumato il terzo e non ultimo atto dello scontro tra il regime di Nicolás Maduro e il presidente ad interim autoproclamato Juan Guaidó. Uno scontro iniziato il 23 gennaio 2019 con l’autoproclamazione di Guaidó e proseguito il 23 febbraio con il suo tentativo fallito di far entrare aiuti umanitari nel paese. Poco prima dell’alba Leopoldo López, tra i leader dell’opposizione e mentore politico di Guaidó, è stato liberato dagli agenti dell’intelligence (Sebin) che lo tenevano agli arresti domiciliari a Caracas. Subito dopo è apparso in un video nel quale il presidente ad interim lanciava “Operazione Libertà”: un invito al popolo a scendere in piazza e alle Forze armate ad abbandonare Maduro, seguendo l’esempio degli ex custodi di López. Solo il primo dei due desideri di Guaidó si è realizzato: ci sono state manifestazioni in tutto il paese, ma i vertici militari – escluso il capo del Sebin, prontamente sostituito – hanno confermato la loro lealtà all’erede di Hugo Chávez. Maduro non è stato rovesciato. Leggi l'analisi su Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #nicolásmaduro #juanguaidó #caracas #igerscaracas #italia #leopoldolópez #may #2019


0💬Normal

PERCHÉ L'ITALIA NON DEVE ABBANDONARE GLI ITALO-VENEZUELANI 🇮🇹 🇻🇪 Gli italiani del Venezuela non sono un dettaglio, né un accidente della storia. Con circa due milioni di discendenti accertati e fino a tre milioni di eredi misti costituiscono almeno il 10% della popolazione. Né la mera grandezza demografica basta a quantificarne la rilevanza. Storicamente questi incarnano la comunità più capace del Venezuela, il suo ceto imprenditoriale, il gancio con l’Occidente. Eppure nel caso venezuelano Roma continua a violare regole di comportamento tanto semplici.  Abbandonando al loro destino los italianos, mancanza esiziale per qualsiasi madrepatria. Sciupando l’opportunità, in caso di polverizzazione dello status quo, di utilizzarne la funzione d’avanguardia. Nonostante la fine di ogni ritrosia da parte della nostra diplomazia, convinta della necessità di adottare un atteggiamento anti-madurista. Consegnandoci a un destino subalterno nel futuro Venezuela, al ruolo di villano nella robusta memoria degli italiani caraibici. Colpevoli d’aver perso la rotta, d’aver applicato la politologia agli eventi internazionali.

Leggi l'analisi tratta dal #nuovoLimes dedicato al Venezuela su Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #nicolasmaduro #juanguaidó #caracas #igerscaracas #italia

PERCHÉ L'ITALIA NON DEVE ABBANDONARE GLI ITALO-VENEZUELANI 🇮🇹 🇻🇪 Gli italiani del Venezuela non sono un dettaglio, né un accidente della storia. Con circa due milioni di discendenti accertati e fino a tre milioni di eredi misti costituiscono almeno il 10% della popolazione. Né la mera grandezza demografica basta a quantificarne la rilevanza. Storicamente questi incarnano la comunità più capace del Venezuela, il suo ceto imprenditoriale, il gancio con l’Occidente. Eppure nel caso venezuelano Roma continua a violare regole di comportamento tanto semplici. Abbandonando al loro destino los italianos, mancanza esiziale per qualsiasi madrepatria. Sciupando l’opportunità, in caso di polverizzazione dello status quo, di utilizzarne la funzione d’avanguardia. Nonostante la fine di ogni ritrosia da parte della nostra diplomazia, convinta della necessità di adottare un atteggiamento anti-madurista. Consegnandoci a un destino subalterno nel futuro Venezuela, al ruolo di villano nella robusta memoria degli italiani caraibici. Colpevoli d’aver perso la rotta, d’aver applicato la politologia agli eventi internazionali. Leggi l'analisi tratta dal #nuovoLimes dedicato al Venezuela su Limesonline (link in bio) #instaLimes #instagood #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #venezuela #nicolasmaduro #juanguaidó #caracas #igerscaracas #italia


0💬Normal

RUSSIA O USA, CHI ACCENDE LA LUCE IN LIBANO 🇱🇧 🇷🇺 🇺🇸 💡 
Martedì a Beirut il Consiglio dei ministri libanese si riunirà per discutere la proposta di legge finanziaria 2019 prima di trasmetterla al parlamento. Una legge che prevedrebbe numerosi tagli alla spesa pubblica discussa già da molto, la cui sola prospettiva ha portato molti impiegati statali a scioperare una decina di giorni fa. Obiettivo è il risanamento dei bilanci in rosso di uno Stato su cui grava un debito equivalente al 150% del pil. Al centro del debito pubblico libanese c’è una questione - altrove - di disarmante banalità: l’elettricità.

Leggi l'analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di Limesonline (link in bio)
#instaLimes #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #russia #usa #lebanon #beirut #liban #middleeast

RUSSIA O USA, CHI ACCENDE LA LUCE IN LIBANO 🇱🇧 🇷🇺 🇺🇸 💡 Martedì a Beirut il Consiglio dei ministri libanese si riunirà per discutere la proposta di legge finanziaria 2019 prima di trasmetterla al parlamento. Una legge che prevedrebbe numerosi tagli alla spesa pubblica discussa già da molto, la cui sola prospettiva ha portato molti impiegati statali a scioperare una decina di giorni fa. Obiettivo è il risanamento dei bilanci in rosso di uno Stato su cui grava un debito equivalente al 150% del pil. Al centro del debito pubblico libanese c’è una questione - altrove - di disarmante banalità: l’elettricità. Leggi l'analisi sulla rassegna dedicata al Medio Oriente di Limesonline (link in bio) #instaLimes #instadaily #notizie #nofilter #mappe #mappa #map #maps #mondo #mondi #geopolitica #cartography #igersitalia #today #russia #usa #lebanon #beirut #liban #middleeast


0💬Normal

Next Page